Nasce il Cammino del Bardolino, un percorso lungo 100 km tra le colline del Lago di Garda ed i suoi vigneti. Vi spieghiamo perché è sgaio e da mettere in agenda!

 

Sgaialandiani, ecco una dritta che farà sicuramente breccia nei vostri cuori e nelle vostre agende. Navigando in rete abbiamo appreso una news che non potevamo non segnalare, perché racchiude tutti i presupposti e i princìpi di una vera e propria gita in pieno sgaia-style, tanto da averci fatto subito pensare a uno dei nostri Sgaiatour. Sì, perché il neonato Cammino del Bardolino è assolutamente tra le attività sgaie da mettere in agenda in questo 2020. Di cosa si tratta? Un cammino turistico tra le meraviglie di un territorio ricco di viste suggestive, panorami mozzafiato, storia, tradizioni e sapori unici. Un’iniziativa che vuole valorizzare e diffondere la conoscenza dell’entroterra gardesano e delle zone di produzione del Bardolino DOC.

cammino del bardolino
dal sito di Land Srl

Il Cammino del Bardolino, da 3 a 20 km a piedi o in bici

Il Cammino del Bardolino è un percorso ciclopedonale che attraversa i comuni di Affi, Bardolino, Cavaion Veronese, Costermano sul Garda, Garda,  Rivoli Veronese con 18 itinerari adatti a tutti, tra i 3 e i 20 km. Ad allietare il vostro cammino decine e decine di aziende vitivinicole in cui potersi fermare per un brindisi tra la bellezza di un territorio ricco di qualità paesaggistiche.

53 pannelli informativi corredati da un QR Code indicano e segnalano i diversi percorsi, a cui potrete quindi accedere comodamente anche dal vostro smartphone tramite una app apposita, ricca di info utili come l’indicazione di aree di sosta, parcheggi etc.

Bardolino e Chiaretto, quale il vostro brindisi?

In attesa di brindare lungo il Cammino, ripassiamo insieme agli amici della Strada dei Vini Bardolino e Chiaretto le caratteristiche dei vini dell’area:

  • il vino Bardolino si ottiene prevalentemente dalle uve di corvina veronese, con aggiunte di rondinella ed eventualmente altri vitigni minori e ha un colore rosso rubino brillante. Delicatamente fruttato, con note di ciliegia, marasca, fragola, lampone, ribes e spezie (cannella, chiodo di garofano, pepe nero), è dotato di una grande bevibilità e di una straordinaria capacità di abbinamento al cibo;
  • il Chiaretto è la versione rosata del Bardolino e viene ottenuto con le stesse uve. Il colore va dal petalo di rosa al corallo. Regala profumi di fiori, di piccoli frutti di bosco (lampone, fragolina), di ciliegia, di mela verde, di spezia dolce, di clorofilla. Perfetto come aperitivo, si abbina con gli antipasti, con i primi piatti, con il pesce sia di mare che di lago, con il sushi e con la pizza.

A proposito di Bardolino e bicicletta, ricordate quando Gaia Filippi ci ha portato in sella con lei suggerendoci un percorso autunnale da provare? Se vi è sfuggito, ricondividiamo il suo prezioso consiglio qui sotto.

 

Pedalata autunnale tra i vigneti di Bardolino e la Rocca del Garda

 

Photocredits copertina: Sgaialand Magazine