Ad un anno dalla conversione da blog a testata giornalistica e dal mio passaggio a dietro le quinte di Sgaialand, mi guardo allo specchio e mi guardo indietro, tra orgoglio e pregiudizio. E infinita sgaiezza.

 

orgoglio e pregiudizio

È anche, e soprattutto, dopo serate come quella di ieri sera con Giulia (Marcigaglia) al concerto dei Kasabian (sì, lo ammetto: è stato un “bel lavorare”), che torno a casa, faccio un grande respiro, mi guardo allo specchio che riflette l’immagine di una Sgaia un po’sciupata ma visibilmente emozionata, che mi dico che sì, non tornerei indietro per nessun motivo. Che questo anno è stato pazzesco, grazie ad un grandissimo lavoro di squadra. Che togliere il mio faccione da protagonista di un blog per dare spazio a 20 persone in un progetto nuovo, enorme, molto più ampio, professionale e sempre più apprezzato e stimato, è stata la scelta migliore che potessi fare. Perché è solo così che ci si arricchisce davvero e non parlo di vil denaro, nonostante ne abbia bisogno quanto tutti noi. Ma io sto imparando e prendendo così tanto da questo gigantesco e coraggioso passo della mia vita e da quegli occhi che hanno deciso di guardami con sincerità, fiducia, orgoglio e correre con me, che vi assicuro…mi sento ricca, ricchissima. Immensamente fortunata.

E sapere che, seppur a distanza, siamo tutti unitissimi da un fine comune, dagli stessi valori, dal rispetto e dalla stima reciproca, mi rende ogni giorno l’orgogliosa coprotagonista di un’avventura che giorno dopo giorno sta raccogliendo risultati incredibili e sta ridando vita ad una Sgaia che ha fatto molta fatica a gestire un passaggio da manager d’azienda a pseudo-personaggio pubblico, e come tale esposto a qualsiasi tipo di giudizio e pregiudizio e spesso facile bersaglio. Sono felice, grata, soddisfatta, fiduciosa, orgogliosa, e sempre più consapevole che in un solo anno abbiamo fatto qualcosa di immenso e unico. E quegli occhi ancora non sanno tutto il resto che ci aspetta, ma che io già vedo. Così concreto, così bello, così grande.
Sì, sono e siamo sgaii noi di Sgaialand. E ne siamo fieri, tra orgoglio e pregiudizio. Ma ha vinto l’orgoglio, quello sgaio. (Cliccando qui, trovate le foto della cena di redazione di mercoledì scorso!)

#prendilasgaia


Gaia

(Le foto sono del nostro Simone Sartori, ad eccezione di quella qui sotto firmata dalla altrettanto nostra Francesca Fornasini. Simone e Francesca sono i contributor della rubrica fotografica Lo Scatto delle Meraviglie, ma già lo sapete…perchè è seguitissima!)
orgoglio e pregiudizio

Articolo precedente#loscattodellemeraviglie nella città delle rose, Rovigo
Articolo successivoElisa Favaron è Miscelatore Record Nazionale 2017: ecco la regina dei drink
Vicentina di origine, padovana d'adozione, gira il Veneto in lungo e in largo per diletto e lavoro. Founder di Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative est.1971, Docente di Comunicazione all' Università IUSVE e al Master Food & Wine 4.0, Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo di #UnitiInRete, Associazione impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un manager nel settore del marketing e della comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.