Visita alla Biblioteca Capitolare di Verona, la più antica del mondo ancora funzionante, tra libri, storia e bellezza.

Articolo di Francesco Meneghello, redazione Sgaialand

Verona è una città ricca di fascino e cultura, capace di ispirare opere immortali come Romeo e Giuliettae di diventare uno dei simboli del nostro paese all’estero. Ma pochi sanno che, tra le mura della città, è presente la Biblioteca Capitolare, la più antica biblioteca del mondo. Con i suoi 1600 anni di storia la Biblioteca Capitolare è una delle attrazioni più interessanti della città. Nonostante questo, è un luogo ancora poco conosciuto. Per questo abbiamo deciso di accompagnarvi alla scoperta di questa meraviglia veronese

UNA STORIA ANCORA DA SCRIVERE

La Biblioteca Capitolare è nata a cavallo tra la fine dell’impero romano e l’inizio del Medioevo. Il suo scopo iniziale era quello di conservare i libri e i manoscritti che venivano prodotti nello Scriptorium di Verona, una sorta di officina dove i laboriosi amanuensi, gli ecclesiastici che avevano il compito di tramandare il sapere antico, trascrivevano i libri e i manoscritti antichi. Questi sacerdoti erano i così-detti i Canonici del Capitolo, cioè coloro che assolvevano alle funzioni liturgiche più solenni nella cattedrale, e proprio dal loro nome è derivato l’aggettivo “capitolare”, che dà il nome alla biblioteca. 

Nel corso dei secoli la biblioteca divenne uno dei più importanti centri di conservazione e di cultura d’Europa, permettendo la conservazione della grande letteratura classica e cristiana e ospitando tra le sue stanze scrittori immortali come Dante e Petrarca. Nella Biblioteca Capitolare sono conservati scritti fondamentali come la prima edizione del «De Civitate Dei» di S. Agostino o l’ “Indovinello Veronese”, ovvero il primo esempio scritto della lingua italiana!

Ma la Biblioteca Capitolare è un’istituzione che non guarda solo al passato: si tratta infatti di una biblioteca tutttora funzionante e che ancora oggi ospita studiosi e storici da tutto il mondo interessati a scoprire e consultare i suoi libri. Oltre a questo, la biblioteca ha saputo anche rinnovarsi negli anni e aprirsi alla cittadinanza, grazie alla nascita della “Fondazione”. 

UNA BIBLIOTECA APERTA ALLA CITTÀ: LA FONDAZIONE DELLA BIBLIOTECA CAPITOLARE

A dare nuova vita alla Biblioteca è stata la nascita della “Fondazione della Biblioteca Capitolare”, a fine 2019, resa possibile grazie all’appoggio di Michele Bauli. Il presidente della famosa azienda dolciaria è infatti socio fondatore, insieme al Capitolo dei Canonici della Diocesi di Verona, di questa istituzione. La Fondazione è impegnata a far conoscere le eccellenze conservate all’interno della Biblioteca Capitolare, rilanciando l’attività consultiva e quella di ricerca, aspetti fondamentali per la vita di una biblioteca. 

Assieme a queste, la Fondazione ha voluto anche aprire la biblioteca al pubblico sostenendo l’attività museale. In questo modo sono state rese possibili le visite alle stanze, la creazione di mostre, il laboratorio didattico, eventi e conferenze, rendendo questa antica istituzione un polo di interesse per i cittadini veronesi e i turisti e i visitatori che vengono nella città.

LA VISITA ALLA BIBLIOTECA, UN’ESPERIENZA UNICA

La Biblioteca Capitolare è accessibile tramite visita guidata. Per quel che riguarda questo periodo di pandemia, la prenotazione, verrà svolta con un minimo di 5 e un massimo di 30 partecipanti. L’istituzione è aperta il lunedì, il giovedì e il venerdì dalle 11:00 alle 15:00.

La visita è un’esperienza sorprendente che saprà trasportarvi nella storia e nelle bellezze della Biblioteca Capitolare. La visita dura 1 ora e 30 e si svolge nel Salone “Arcidiacono Pacifico”: comprende la visita guidata all’esposizione in corso e vi guiderà ad ammirare gli originali di alcuni preziosi manoscritti e testi a stampa conservati in Biblioteca. Nel salone sarà vedere anche la magnifica cappellina affrescata dedicata a Maria “Sedes Sapientiae”.

Il costo del biglietto intero è di 10 euro per i maggiori di 14 anni, mentre il ridotto per i compresi tra 11 e 14 anni viene 5 euro, per i minori di 10 anni è gratuito. 

In pochi sanno che nella nostra regione è presente la più antica biblioteca del mondo, una delle tante meraviglie del Veneto. Speriamo di avervi incuriositi con questo articolo e di avervi fatto venire voglia di andare a visitare questo gioiello del nostro territorio

Per ogni ulteriore informazione, bibliotecapitolare.org