Veneziana, gustosa e capace di scatenare vere baruffe: è tempo di zucca barucca

Conoscete la storia di questa straordinaria varietà di ortaggio, tipica della zona veneziana? Ecco la zucca barucca e una torta da leccarsi i baffi!

Galeotta fu la zucca barucca che Toffolo, detto Marmottina, offrì a Lucietta, promessa sposa del pescatore Titta-Nane.
Iniziano così Le baruffe chiozzotte di Carlo Goldoni: una fetta di zucca incendia lo scontro come la mela d’oro scatena la guerra tra Atene e Troia.
La suca baruca, come è meglio nota nella Terra delle Meraviglie, è una varietà di zucca della zona di Chioggia, che all’epoca del Goldoni veniva venduta a fette e calda, come nella migliore tradizione dello street food veneto.

Il suo nome, spiritoso e simpatico, trova probabile origine dall’assonanza con la parola verruca (dal latino veruca, escrescenza). Infatti la corteccia di questa zucca si caratterizza proprio per avere delle escrescenze grigio-verdi, che ricordano i bitorzoli.
Un’altra interpretazione fa derivare il suo nome dalla parola ebraica baruch, santo, a ricordo della capacità della zucca di riuscire a sfamare i contadini nella rigida stagione invernale.

zucca barucca

La zucca barucca è una delle varietà più coltivate in Italia. Si tratta di una zucca del tipo a turbante, di forma tondeggiante, che può arrivare a pesare oltre i 5 chili. Se la buccia è piena di bitorzoli grigio-verdi, la polpa è di un bel giallo carico, soda e densa.
Viene coltivata sui litorali del veneziano, in particolare nella zona di Chioggia, su terreni sabbiosi e ricchi di salsedine, che influenzano il suo gusto finale. La raccolta avviene solo manualmente tra fine agosto e inizio settembre.

In cucina si presta a molte preparazioni: lessata, al forno, fritta, come ingrediente principale nel risotto o come ripieno per i tortelli. Tradizionale è l’utilizzo che ne viene fatto in Veneto per preparare la mosa, una zuppa a base di suca baruca e latte, a cui aggiungere eventualmente della farina di mais per preparare una deliziosa polenta dolce.

 

Articolo precedentePesavento Talent 2019: 1200 invitati a Villa Cordellina tra talenti e fashion show
Articolo successivoFiera del Riso di Isola della Scala 2019: tutti i risotti
Un team tutto veneto formato da professionisti in ambiti diversi. La redazione Sgaialand Magazine racconta il Veneto che funziona, appassiona, cresce ed emoziona. Quello frizzante, curioso, impegnato, spesso eccellente, sempre sgaio.