Tilla Baby Box nasce da una mamma ed è la collezione di Baby Box etiche e prodotti utili che semplificano la vita dei neo-genitori e contribuiscono a sostenere donne e mamme in condizioni svantaggiate.

 

Il progetto di Tilla Baby Box nasce dal cuore della vicentina Margherita Barin, giovane mamma, designer e imprenditrice sociale, che ha lasciato la carriera in una multinazionale della moda per dedicarsi a costruire un progetto di solidarietà e tutela verso la maternità e l’infanzia. L’idea nasce da tradizione originaria della Finlandia, poi sviluppata con un’eleganza e un’attenzione ai dettagli squisitamente italiane.

tilla baby box

Ma cos’è esattamente  Tilla Baby Box? È la collezione di corredi nascita di alta qualità dedicata a mamma e bambino: una selezione  del necessario per la nascita e i primi anni di vita insieme, elaborata con cura per garantire elevati standard qualitativi in termini di sicurezza, funzionalità, estetica e sostenibilità, in linea con le indicazioni delle più autorevoli istituzioni sanitarie.

Tilla Baby Box: il contenuto

Le raffinate confezioni in legno Tilla Baby Box, disponibili anche su misura e personalizzabili, contengono prodotti provenienti da filiere etiche certificate, valutati con la collaborazione di professionisti e testati personalmente, oltre a una preziosa guida con i suggerimenti per utilizzare al meglio i prodotti offerti, i consigli degli esperti e le informazioni più utili sul parto, il puerperio e il primo anno di vita del bebè.
I prodotti sono durevoli, a ridotto impatto ambientale e ad alte prestazioni, funzionali e di facile manutenzione: abbigliamento, accessori e tessili per il bambino in fibre organiche certificate, prodotti per l’igiene e la cura del bimbo con ingredienti naturali provenienti da agricoltura biologica, gli articoli indispensabili alla mamma immediatamente dopo il parto e all’avvio dell’allattamento.

Il risvolto sociale

Ogni acquisto contribuisce a sostenere le mamme in difficoltà e promuove l’integrazione sociale attraverso progetti formativi dedicati a donne in condizioni svantaggiate. In questo sono fondamentali collaborazioni come quella con Caritas diocesana vicentina: il progetto prevede che in base al numero delle “Tilla Baby Box” acquistate da privati, ne siano donate proporzionalmente a famiglie in difficoltà per aiutarle nella cura dei propri figli.

Dalla partecipazione di alcune volontarie amiche, invece, nasce il progetto formativo che coinvolge le donne con fragilità per reinserirle nel tessuto sociale e dare loro nuove opportunità attraverso un laboratorio sartoriale avviato in fase sperimentale a Casa Sant’Angela ad Arzignano (Vi), struttura che persegue scopi di solidarietà verso la componente debole della società.