Ecco come è andato lo SgaiaTour in Fondazione Bisazza in collaborazione con il Centro di Cultura Fotografica di Vicenza!

Lo scorso 4 marzo, come molti dei nostri affezionati lettori sapranno, si è svolto il primo SgaiaTour del 2017, che ha visto un gruppo di circa 55 persone alla scoperta delle meravigliosa Fondazione Bisazza a Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza.

sgaiatourDopo la visita all’ Osservatorio Astronomico La Specola di Padova, aver scoperto la Venezia nascosta insieme al super team di guide di Venice Experience e aver navigato con Delta Tour lungo la Riviera del Brenta tra ville venete e scorci mozzafiato, è stata la volta del territorio vicentino con una location di assoluto prestigio, che ha lasciato tutti a bocca aperta.

Se vi siete persi il programma della nostra mattinata sgaia, qui potete trovare maggiori informazioni.

Gli SgaiaTour sono nati inizialmente come blogtour, quando Sgaialand non era ancora diventato una testata giornalistica e un’azienda vera e propria. Sono eventi a cui tengo molto e che ho voluto fortemente mantenere anche in questa nuova era del progetto, non solo per il successo che riscuotono, ma perchè permettono a me e alle ragazze della redazione di farci conoscere personalmente e di dare un volto a molti lettori con cui interagiamo online. Che bello incontrarvi!

sgaiatour
214 persone allo Sgaiatour di Venezia dello scorso anno!

Cosa c’è di meglio, in fin dei conti, del trascorrere del buon tempo insieme a persone accomunate dalla stessa curiosità, dallo stesso spirito e dalla stessa filosofia…quella del #prendilasgaia? Del resto, si è creata una vera e propria community di sgaialandiani e andare con loro, con voi,  alla ricerca e scoperta dei luoghi più magici del Veneto è divertente, costruttivo e arricchente, perchè torno ogni volta a casa con tanti sorrisi in più marchiati nel cuore, aneddoti, esperienze e conoscenze che allargano i miei orizzonti e forniscono preziosi spunti per tante nuove idee.

L’entusiasmo dei partecipanti è stato contagioso ed il clima che si è creato fin dall’inizio unico, come in tutti gli SgaiaTour. Ringrazio gli amici del Centro di Cultura Fotografica di Vicenza per il prezioso supporto e per avere contribuito a rendere la nostra mattinata ancora più sgaia e ad alto tasso di pixel e la Direzione di Fondazione Bisazza per l’organizzazione e l’accoglienza.

sgaiatour

Prima di lasciarvi con qualche foto, vi invito a visitare il sito del travel blogger Federico Graziati, che ha partecipato al nostro evento realizzando un servizio fotografico che vi consiglio di non perdere per nessun motivo.  I suoi scatti vi incanteranno, e non solo quelli dedicati alla Fondazione Bisazza.

Vi ricordo inoltre, che  sulla nostra pagina Facebook, se vi fa piacere, potrete trovare l’album completo delle nostre foto.

Come sempre, potete seguirmi su Instagram cliccando qui; anche durante lo SgaiaTour ho fatto diversi video per quanti non sono riusciti ad aggiungersi, pranzo improvvisato incluso!

#prendilasgaia

Gaia♥

sgaiatour

CONDIVIDI
Articolo precedenteMuseo della Cattedrale di Adria, tra arte, storia e tecnologia
Articolo successivoMa dove vai bellezza in biciletta… anzi con la Graziella!
Gaia Dall'Oglio
Gaia Maria Dall’Oglio, una Laurea Specialistica in Psicologia Clinica Dinamica, una brillante carriera internazionale di 10 anni in ambito HR e da sempre una passione sfrenata per il mondo della comunicazione e dei social media. Dopo aver gestito alcuni blog personali, nel 2014 fonda il progetto Sgaialand.it , blog/community che dopo due anni subisce un processo di trasformazione, diventando Sgaialand Magazine, testata giornalistica. Creando un importante network di contatti locali e non, da blogger veneta Gaia è diventata un'influencer di riferimento per migliaia di lettori del territorio e non solo. Entusiasta, vivace, curiosa, sportiva, non può vivere senza cioccolata e il caffè appena alzata, ama scrivere, i suoi cani, la musica e circondarsi di persone stimolanti, come quelle che ha scelto per la redazione e il progetto Sgaialand!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here