La Setteveli del Maestro Biasetto: la meraviglia campione del mondo

setteveli

 

Il cuore della premiata torta Setteveli batte in terra veneta per opera di Luigi Biasetto, Maestro Pasticcere di origini veneziane, noto per la sua fama internazionale, la sua celebre boutique nel cuore di Padova e reso ancora più popolare grazie alla partecipazione alla trasmissione RAI “Il più grande pasticcere”.

Il nome del Maestro Luigi Biasetto è senz’altro tra i molti nomi celebri della nostra Terra delle Meraviglie. Dal 1998 la boutique del Maestro Pasticcere Luigi Biasetto, di origini veneziane, detta le regole delle tendenze in materia dolciaria non solo in suolo veneto e il merito è di una squadra vincente e affiatata, composta dal genio del Maestro Luigi, del fratello Alessandro e della moglie Sandra Gardin, che si occupa con grande dedizione all’immagine del locale. Il  giusto tocco femminile che conferisce agli spazi della boutique un’atmosfera raffinata ed elegante, ma allo stesso tempo accogliente e familiare.

setteveli biasettoTra le opere più celebri del Maestro, la maggior parte di noi penserà immediatamente alla torta Setteveli, un delizioso  e raffinato dolce creato da tre chef pasticceri: Luigi Biasetto, il pievano Cristian Beduschi e il pratese Gianluca Mannori, che insieme compongono la squadra italiana che ha portato la celebre Setteveli alla vittoria della Coppa del Mondo di Pasticceria di Lione, nel 1997.

Il dolce è formato da una mousse al cioccolato fondente di pura origine Madagascar, bavarese alle nocciole pralinate, sette strati di cioccolato croccante (i famosi sette veli), morbido savoiardo al cioccolato e gianduia ai cereali. Una straordinaria armonia di sapori e di consistenze che rendono questo dolce unico al mondo: per questo Setteveli è diventata una vera e propria cult-cake, ma anche un marchio registrato, per tutelarne i diritti di proprietà. In molti ci hanno provato, ma pare che ancora nessuno sia riuscito ad eguagliare questa riuscitissimo opera di alta pasticceria. Lo stesso Maestro Biasetto pensa alla Setteveli come alla danza della bella Salomè: ogni assaggio evoca emozioni intense che affiorano come il corpo della giovane principessa ad ogni velo caduto.

Inoltre, va ricordato che la patavina Pasticceria Biasetto fa parte della prestigiosa Associazione Relais Desserts, che raccoglie le eccellenze dell’alta pasticceria e cioccolateria nel mondo. Nel 2004 si è aggiudicata il titolo di Bar dell’Anno dal Gambero Rosso, che le ha assegnato nel 2014 la stella per i 10 anni di eccellenza, Tre Chicchi e Tre Tazzine. Dulcis in fundo, e l’espressione è davvero più azzeccata che mai, il riconoscimento delle TreTorte della Guida alle migliori Pasticcerie d’Italia. Insomma, la nostra Terra delle Meraviglie si dimostra ancora una volta terra di eccellenze e personalità di rilievo, che le conferiscono prestigio e autorevolezza in moltissimi campi, anche quello della pasticceria.

Vi abbiamo messo un’improvvisa voglia di cioccolato?

#prendilasgaia

Photo Credit: www.pasticceriabiasetto.it

 

Articolo precedenteUn “toco” di formaggio Asiago, grazie!
Articolo successivoCulture Chanel. La donna che legge: Mademoiselle Coco e la letteratura a Venezia
Gaia Dall'Oglio
Imprenditrice digitale, ha creato Sgaialand, blog-community diventata un caso studiato anche all'Università. Un progetto innovativo e virale che ha appassionato migliaia di lettori, al punto di moltiplicarsi in attività collaterali, come gli SgaiaTour alla scoperta dei luoghi magici del Veneto e l'hashtag #PrendilaSgaia, condiviso sui social con il significato di stile di vita frizzante, ironico, positivo. Solo su Instagram, l'hashtag è stato condiviso 41.000 volte. Il blog è diventato Sgaialand Magazine e Gaia ha fondato Sgaialand srl specializzandosi in contenuti web, copywriting, ufficio stampa e digital PR, consulenza per la comunicazione. Oggi coordina un team veneto, continuando a raccontare senza sosta il suo amato territorio: il Veneto che funziona,m tra curiosità ed eccellenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here