Quando il Museo del Volo diventa 2.0, per incantare grandi e piccini

Il cuore del  nuovo Museo del Volo 2.0 ripercorre tutta l’affascinante storia del volo umano da Icaro alla conquista dello spazio e oltre. Una carrellata su mezzi e personaggi che in secoli di evoluzione hanno portato l’uomo a volare come già gli antichi greci avevano immaginato nel mito di Icaro.

Da qui, il 9 agosto 1918, partì il poeta Gabriele d´Annunzio per il “folle” Volo su Vienna; oggi un Museo unico in Europa ripercorre la storia del volo umano con isole multimediali immersive … un’esperienza “inimitabile” che potrete rivivere grazie al nuovo Museo del Volo 2.0!

Mongolfiere, aeroplani, dirigibili, elicotteri e mezzi spaziali di ogni tipo volano verso il visitatore e lo accompagnano all’esplorazione dei pianeti, delle galassie e delle nebulose in un crescendo di effetti sonori e visivi. Un volo verso lo spazio ricco di storie, esperienze ed emozioni… un volo inimitabile!

Un teatro olografico è la riedizione contemporanea dell’antica arte dell’illusione teatrale vittoriana e nasce per dar vita ad emozioni e magie. La proiezione olografica tridimensionale è il risultato della combinazione di differenti tecnologie e permette di realizzare l’illusione di una vera immagine 3D. Il sorprendente effetto olografico dà vita ai contenuti e ne imprime il ricordo per sempre nella mente del visitatore.

Ecco cosa vi aspetta al Museo del Volo 2.0:

SALA EMOZIONALE IL SOGNO DI VOLARE

Un’ascensione in mongolfiera ricreata come in un sogno. Proiezioni, giochi di luce, mapping ed effetti sonori avvolgono il visitatore e lo portano a bordo dei romantici palloni ad aria calda per un viaggio immaginario dalla Terra al Cielo, dalla luce del giorno al buio della notte stellata. Così si va fino alle stelle disse il re di Francia nel 1783 ai fratelli Montgolfier inventori della mongolfiera … e così sarà!

SALA DEI PILOTI

Come la notte prima del Volo su Vienna, 11 piloti intorno ad un tavolo … al centro il loro comandante Gabriele d’Annunzio: una voce in lontananza si fa sempre più forte: è il Vate che richiama i suoi fedelissimi aviatori all’ordine e li fa giurare poche ore prima della partenza. Un’illusione sonora, come in un viaggio indietro nel tempo di 100 anni esatti!

SALA IMMERSIVA IL VOLO SU VIENNA

Una sala che ricorda i vecchi hangar del campo di volo di San Pelagio nel 1915-1918. Uno spazio completamente immersivo con enormi proiezioni alte più di 7 metri che fanno rivivere al visitatore il folle volo su Vienna di Gabriele d’Annunzio del 9 agosto 1918: la rotta, gli aerei, le parole del Vate e il lancio dei volantini tricolore inneggianti alla resa. Filmati d’epoca e rielaborazioni in realtà virtuale portano il visitatore a volare con il Poeta e la sua squadriglia “La Serenissima” da San Pelagio a Vienna e ritorno.

Dove si trova il Museo del Volo 2.0?

Castello di San Pelagio

Via San Pelagio, 50

Due Carrare (PD)

museo del volo 2.0

Photo Credits: Elisa Parente Corte