Pudico e spudorato come l’adolescenza: 10 attori della Compagnia Giovani del Teatro Stabile del Veneto danno vita allo spettacolo corale “Le regole dell’adolescenza”. In streaming dal 4 febbraio sulla piattaforma Backstage.

Quali sono le regole esplicite, ma soprattutto implicite che seguiamo, nel nostro modo di parlare, nei luoghi che frequentiamo, nelle nostre scelte, nelle nostre relazioni? Da quando sono entrate in vigore? Potranno cambiare in futuro? Le regole dell’adolescenza, la nuova produzione digitale del Teatro Stabile del Veneto diretta da Lorenzo Maragoni, prende spunto da queste domande per indagare il nostro rapporto con le regole, in particolare con quelle non scritte e interiorizzate. La produzione per il web nasce dallo spettacolo teatrale che avrebbe dovuto debuttare dal vivo come progetto speciale rivolto alle scuole ed è frutto di una drammaturgia condivisa tra attori e regista e basata sull’omonimo testo di Michele Ruol.

Partendo dal lavoro sul proprio vissuto e dalla condivisione delle proprie “regole”, gli attori e le attrici della Compagnia Giovani hanno seguito un lungo periodo di creazione, utilizzando gli strumenti della scrittura di scena, dell’auto-drammaturgia, del racconto di sé e del processo artistico condiviso. L’esito è uno spettacolo profondamente corale, spudorato e pudico come l’adolescenza, apparentemente semplice e amichevole, ma al tempo stesso stratificato e affilato. Un’occasione per osservare l’adolescenza come età-laboratorio della vita in cui si sperimenta con la propria libertà e mancanza di libertà.

Le regole dell’adolescenza, dal 4 febbraio on demand su Backstage