Da 5 al 12 maggio il Lago di Misurina sarà preso d’assalto dalla troupe del nuovo film della saga di Guerre Stellari

Il Lago di Misurina è una delle meraviglie del Cadore: si trova al confine con l’Alto Adige, ed è incorniciato dalle più spettacolari vette dolomitiche, dalle Tre Cime di Lavaredo al Gurppo del Sorapis, a pochi km da Cortina d’Ampezzo.
Ebbene, il Lago di Misurina non è più “solo” tra le mete turistiche montane più amate della Terra delle Meraviglie, ma dal 5 al 12 maggio sarà anche la location per le riprese di “The Red Cup”, ultimo spinoff dedicato alla figura di Han Solo della saga cinematografica ideata da George Lucas e prodotta dalla Disney: Guerre Stellari.


Il cast, con Alden Ehrenreich che nel corso degli anni ha preso il posto di Harrison Ford nel ruolo del protagonista, diretto dai registi Phil Lord e Chris Miller e con, tra gli altri, anche Emilia Clarke e Woody Harrelson e Joonas Suotamo, alloggerà sulle sponde del Lago di Misurina al Grand Hotel Misurina (prenotato totalmente dall’organizzazione come i vicini hotel Lavaredo e Sorapiss), per un totale di circa 250 persone, alcune delle quali (pare) già arrivate nel Bel Paese in incognito (magari alla scoperta delle bellezze del nostro territorio – ndr).
Il quartier generale della produzione fissato al Grand Hotel Misurina è operativo già da questi giorni mentre il grosso del cast arriverà in Cadore tra fine di aprile e i primi di maggio.
Perché la scelta del Lago di Misurina? La società romana chiamata ad organizzare gli aspetti logistici, in accordo con la produzione prevalentemente francese, ha scelto questi spettacolari posti dopo aver portato la saga di Star Wars in Italia in passato, ottenendo l’ok dal Comune di Auronzo che ha provveduto ad accordare gratuitamente l’utilizzo del suolo pubblico per effettuare le riprese.

Guerre Stellari sul Lago di Misurina: ecco dove saranno effettuate le riprese

Tre le location già individuate, una per scena: la prima a Monte Piana, una sulle Tre Cime ed una nei boschi tra Misurina e le Tre Cime di Lavaredo in notturna. Nel frattempo, però, regna il massimo riserbo tra gli addetti ai lavori e il Comune di Auronzo collaborerà con la produzione per blindare l’area riservata alla troupe durante la settimana di ciak. Certo è che verranno chiuse al traffico le strade interessate, a partire da quella di Monte Piana e delle Tre Cime, mentre resterà sempre aperta la provinciale che collega Auronzo, Cortina e Dobbiaco.

lago di misurina sgaialand guerre stellari magazine veneto cadore cortina alto adige tre cime lavaredo ilaria rebecchi

LASCIA UN COMMENTO