festa_dei_nonni_2016

Domenica 2 ottobre si celebra la Festa dei Nonni, un’occasione in più per ringraziarli e viziarli per il loro sostegno quotidiano nella cura dei nipoti mentre entrambi i genitori lavorano

Il 2 ottobre nel nostro Paese si celebra la “Festa dei Nonni”, una ricorrenza molto sentita soprattutto nelle scuole dell’infanzia e primarie, dove le maestre si prodigano in lavoretti e momenti di condivisione, carichi di tutto l’affetto e l’attenzione che ai nonni vanno riservati.
Si stima siano 13,2 i milioni di nonni che in Italia accudiscono quotidianamente i nipoti mentre entrambi i genitori lavorano. Tutti questi nonni meritano di essere ringraziati e viziati almeno un giorno l’anno.
Nonni giovani e non più giovani, poco importa: quando arriva in casa un nipotino loro ringiovaniscono di almeno dieci anni.
Senza dubbio i nostri genitori, trasformandosi in nonni, diventano incredibilmente sgai e meritano più che mai la nostra attenzione.
La Festa dei Nonni, celebrata in Italia non a caso nel giorno in cui la Chiesa omaggia gli Angeli Custodi, nacque negli Stati Uniti quando, nel 1978, l’allora Presidente Jimmy Carter, su proposta della casalinga Marian Mc Quade, proclamò il Grandparents Day.
In Europa la Festa dei Nonni fu quasi immediatamente recepita dall’Olanda, per poi entrare nel cuore e nella tradizione di tutti i paesi del Vecchio Continente. In Italia la proclamazione del 2 ottobre quale giornata da dedicare ai nonni arrivò nel 2005, con anche l’attribuzione di una canzone ad hoc quale inno dell’evento.
Con il passare degli anni e l’aumentare della presa di coscienza da parte di istituzioni e associazioni circa l’importanza sociale di questa numerosa categoria di cittadini, sono aumentate anche le iniziative ad essa dedicati.

festa_dei_nonni_Vediamo come si possono viziare i nostri nonni il 2 ottobre (e non solo) nella nostra Terra delle Meraviglie:

– “Passioni da condividere
Domenica 2 ottobre presso Palazzo della Gran Guardia, a Verona, si terrà una vera e propria festa con e per i nonni, animata da spettacoli circensi, incontri-dibattito sul ruolo dei nonni nella crescita dei bambini, kermesse musicali, laboratori creativi e letture animate.

Museo Veneto del Giocattolo
Il complesso polifunzionale Civitas Vitae di Padova ospita al suo interno un’ampia collezione di giocattoli, costruiti in Italia e all’estero dalla fine del 1800 agli anni ’70 del secolo scorso: automobili, trenini, navi, aerei, soldatini, bambole e giochi di fantasia tra cui perdersi tenendo stretta la mano dei nonni, accompagnati dalle spiegazioni dei “Nonni del Cuore”: giovani di una volta appartenenti all’Associazione Agorà – Laboratorio Terza Età Protagonista, formati per collaborare attivamente all’interno del Museo. Un luogo magico dove divertimento, interazione e relazione si fondono regalando qualcosa di grande a bimbi e bimbi di un tempo.
Noinonni.it
Forse non ci sono più i nonni di una volta. Anzi sì, ci sono e si sono anche evoluti: ora oltre a cucinare per ingozzare a dovere il nipote, a viziare il piccolo sfidando le ire della madre e a mettersi a gattoni per giocare incuranti della sciatica, creano anche importanti portali come quello sopra citato ove si raccolgono ricette, lavoretti, giochi, attività, gite e visite da fare con e per i propri nipotini.
Perché è proprio vero che un nonno è solo un genitore al quale viene data una seconda possibilità.
Tanti auguri nonni!

Articolo precedenteA Padova e Treviso arrivano le fiere sposi
Articolo successivoA Padova è tempo di “Dinosauri. Giganti dall’Argentina”
Mamma giovane per destino, mamma bis per scelta. Una formazione giuridica alle spalle ed un impiego da collaboratrice presso uno Studio Legale. Vive a Vicenza da sempre, ama lo sport, il vino, le nuove sfide e guardare il mondo attraverso gli occhi delle sue figlie. Entusiasta, polemica, necessariamente multitasking. Per Sgaialand si occupa della sezione Family con tutti i possibili incastri in una quotidianità che scorre velocissima. Cosa in fare in Veneto e nei dintorni con la famiglia? Ve lo dice Camilla!