dinosauri.giganti dall'argentina

Il Centro culturale Altinate San Gaetano di Padova ospita per la prima volta in Italia una delle più importanti mostre scientifiche sull’evoluzione dei dinosauri: Dinosauri. Giganti dall’Argentina. In mostra reperti unici provenienti da un territorio paleontologicamente ricco come l´Argentina e mai esposti nel nostro Paese.

Per tutto il periodo dell’esposizione, Padova diventerà importante punto di riferimento della paleontologia, anche grazie a molteplici eventi collaterali di approfondimento scientifico. “Padova è da secoli città della scienza” aggiunge l’Assessore alla Cultura Matteo Cavatton, “e con questa mostra conferma la sua ambizione ad essere centro d’eccellenza nella divulgazione scientifica anche grazie ad esposizioni di indiscussa qualità”.

L’esposizione offre l’intero percorso evolutivo dei dinosauri dalle origini fino all’estinzione: 150 milioni di anni di storia naturale narrati attraverso reperti e copie accuratissime, provenienti dall’Argentina, uno dei territori più ricchi ed importanti per lo studio dei dinosauri. In nessun altro Paese si può, infatti, trovare una tale ricchezza di esemplari appartenenti ai tre periodi dell’era Mesozoica. Si tratta di testimonianze insostituibili sull’origine e sullo sviluppo dei rettili nell’emisfero australe. Vengono presentati per la prima volta in assoluto in Italia reperti originali appartenenti alle collezioni scientifiche di alcune delle più prestigiose istituzioni museali argentine, insieme a riproduzioni ottenute con tecniche sofisticatissime a partire dai resti fossili, pezzi unici scientificamente rilevanti ricostruiti dai paleontologi che hanno partecipato attivamente alla realizzazione della mostra.

Attraverso un percorso cronologico, la mostra ripercorre l’intera storia dell’evoluzione dei dinosauri partendo dal Triassico, che ha lasciato importanti testimonianze nelle rocce del parco naturale di Ischigualasto, da dove provengono i cinque dinosauri più antichi noti finora, tra cui l’Eoraptor lunensis e l’Herrerasaurus ischigualastensis esposti in mostra.

In occasione della mostra sarà aperto al pubblico il Museo di Geologia e Paleontologia dell’Università degli Studi di Padova. Il museo possiede diverse decine di migliaia di fossili provenienti prevalentemente dal Triveneto, e da varie località di tutto il mondo, ed è famoso anche per la sezione di Paleobotanica, nota come “Sala delle Palme”, che deve il nome alle decine di magnifiche palme fossili del Veneto ivi esposte .

Per informazioni sugli orari e i biglietti, è possibile consultare il sito dell’evento all’indirizzo www.dinosauripadova.it

Articolo precedenteFesta dei Nonni: viziamoli almeno un giorno all’anno!
Articolo successivoFuoricentro: 4 fotografi per l’area industriale di Vicenza
Founder del progetto veneto Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative, Docente all' Università IUSVE dei corsi " Psicologia del Marketing e dell'Advertising" e " Influencer Marketing". Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo dell’Associazione di Promozione Sociale #UnitiInRete, impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un comunicatore con cui condividere la sua passione per la comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.