La Locandiera Elisabetta Dotto apre EXCESS VENICE Boutique Hotel & Private Spa, concept 4 stelle Superior a Venezia che unisce accoglienza luxury ed esperienze di viaggio tra la città lagunare e Cortina d’Ampezzo. L’abbiamo incontrata proprio a Venezia, per una piacevole chiacchierata sulla sua idea di ospitalità.

 

La Locandiera Elisabetta Dotto, con la sua nuova società Best Dream, apre Excess Venice, il boutique hotel 4 stelle superior a Venezia dedicato a un pubblico internazionale e sofisticato, amante di una luxury hospitality autentica, ma anche sensuale, eccentrica e mai scontata. L’albergo si trova a Fondamenta San Sebastiano in una location unica e suggestiva, nello storico Sestiere di Dorsoduro a due passi dalla Stazione Marittima e proprio di fronte alla Chiesa di San Sebastiano, dove riposa il Veronese. A pochi minuti da piazzale Roma e dalla stazione ferroviaria, o raggiungibile direttamente in barca, si discosta dai canoni tradizionali dell’accoglienza turistica veneziana, proponendo luxury experiences di alto livello.

“Realizzo finalmente il sogno di aprire un hotel a Venezia e affronto questa sfida con umiltà, dedizione e determinazione. Il mio omaggio alla città, il mio amore per essa non iniziano oggi – altrimenti non mi sarei chiamata Locandiera – ma trovano coronamento nell’apertura di questo gioiello”.

Excess Venice Boutique Hotel & Private Spa: il concept

Il mood dell’albergo è evidente già dal nome, Excess Venice: l’idea dell’eccesso declinato nella cura maniacale dei dettagli, nella ricercatezza degli arredi e dei colori, nella rottura con gli stereotipi dell’accoglienza classica, che vira verso un rapporto informale ma di altissimo livello verso l’ospite esigente alla ricerca di un’esperienza diversa dagli standard veneziani.

Il colore e le sue sfumature, le sete e i broccati della collezione Rubelli, selezionati con grande cura e sapientemente distribuiti in tutta la Casa sono il filo conduttore del progetto. Dettagli di lusso, l’arte contemporanea, i tessuti preziosi: elementi che vestono l’albergo e ne definiscono il carattere forte, di sfida, ma allo stesso tempo fortemente legato all’Heritage del luogo.

Le testiere dei letti, realizzate in pezzi unici da artigiani italiani, riproducono i profili delle chiese e delle architetture più caratteristiche del patrimonio artistico veneziano, come la basilica di San Marco, i soffitti della Fenice o la Casa dei Tre Oci. Tra i partner che hanno contribuito al nuovo design dell’albergo, oltre a Rubelli Group, Simmons per i letti e Sicis per i bagni.

Excess Venice Boutique Hotel: il benvenuto e la sorpresa del giardino all’italiana

L’accoglienza particolare di questo boutique hotel inizia all’arrivo dove non è presente il solito bancone a dividere il cliente dallo staff, ma una lobby con cocktail bar dove l’ospite viene accolto e fatto accomodare con un drink, ben prima della richiesta di documenti. Si aggiunge agli spazi comuni una elegante e moderna sala colazione polifunzionale in cui alla mattina viene offerto un long breakfast accurato, che si trasforma durante il giorno in tea room o luogo ideale per lo smart working con servizi dedicati agli ospiti bleisure.

Tesoro nascosto unico nel suo genere, nella facciata posteriore di questa preziosa casa borghese veneziana è racchiuso un originale giardino all’italiana, con statue antiche e al centro una fontana di pietra, in cui domina uno splendido porticato di gelsomino e rose. Arredato con letti a baldacchino, aree relax, salotti e gazebo, il giardino viene reinventato come Alfresco Lounge, rifugio per gli ospiti di ritorno dalle romantiche camminate a Venezia, ma anche location sofisticata e ideale per eventi privati e cocktail party, per inaspettate colazioni di lavoro o semplicemente per rilassarsi all’ombra e al profumo delle rose, come un nobile veneziano.

Excess Venice Boutique Hotel: le stanze

  • 4 le stanze al piano Garden, definite da un lusso sparkling, frizzante, prossime al cocktail bar e adatte per chi ama le mondanità. Il piano si distingue per i tessuti damascati in rilievo dal nome Cristobal, ispirati alle decorazioni tipiche delle inferriate dei balconi veneziani. Lo stesso disegno del reticolato è stato riprodotto da un artigiano del ferro per realizzare anche i comodini delle stanze.
  • Il primo piano, Noble, è declinato nel concept secret luxury, testimone del lusso delle antiche famiglie veneziane, con 6 camere calde, sensuali e ricercate, tra cui spicca la Suite Executive San Marco con Exclusive Spa, completa di balcone affacciato sulla splendida Chiesa di San Sebastiano e sul Rio e zona relax con camino. Il piano ospita anche l’intima Private Spa, accessibile solo su prenotazione: racchiusa tra nuances nere e oro, è dotata di bagno turco, sauna finlandese, idromassaggio e doccia con cromoterapia.
  • Il piano Penthouse ha un carattere brilliant luxury: luminoso, pop, colorato e camaleontico, per ospite giovane, curioso, stimolato dalle novità. L’intera atmosfera del piano è quella delle mansarde d’epoca delle case veneziane, e tra le sue 4 camere si fa notare la Gentlemen Junior Suite Palazzo Ducale: un capolavoro dedicato ai dandy contemporanei, con terrazza con vista sul giardino e doccia matrimoniale a vista impreziosita da una bifora autentica con vetri piombati.

 

Il progetto di questo nuovo hotel veneziano per la Locandiera Elisabetta Dotto si aggiunge all’Ambra Cortina Luxury & Fashion Boutique Hotel, ormai  luogo cult e meta di ospiti selezionati da tutto il mondo, una community che ama ritrovarsi agli eventi proposti nella splendida cornice delle Dolomiti, ma anche in giro per il mondo in gallerie o fiere d’arte e del lusso a Londra, Cannes o Dubai. Ospiti per cui la Locandiera seleziona luxury experiences a cavallo tra Cortina d’Ampezzo e Venezia, in un ideale filo rosa che lega la storia e il fascino delle due capitali del lusso della regione Veneto.

 

Excess Venice – Boutique Hotel & Private Spa
Fondamenta S. Sebastiano, 2542, 30123 Venezia (VE) 
Tel: +39 041 523 1233
www.excessvenice.it 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here