Avete impegni per giovedì 28 novembre? Se operate nel settore del turismo, vi diamo un ottimo consiglio! Alla storica e rinomata Trattoria Ballotta di Torreglia (PD) andrà in scena Dulcis in Fundo, una serata unica tra tradizioni culinarie venete e proposte esperienziali alla scoperta del nostro territorio.

Cescot Veneto e Confesercenti del Veneto in collaborazione con Trattoria Ballotta e Sgaialand presentano una serata unica riservata a professionisti del settore turismo: un’esperienza dei sensi tra tradizioni culinarie venete, sapori inaspettati, racconti gastronomici e gusto del colore.

dulcis in fundo

L’appuntamento con Dulcis in Fundo è giovedí 28 novembre dalle ore 18.00 presso la Trattoria Ballotta di Torreglia, vero tempio dell’enogastronomia Euganea e italiana nonchè locanda storica e luogo di ristoro già dalla metà del 1500.

Il programma della serata:

Ore 18.00: accoglienza ospiti, tra colori e sapori.

Intervengono:

  • Stefan Marchioro, Direzione Turismo della Regione Veneto
  • Maurizio Francescon, Direttore Confesercenti e Presidente Cescot Veneto

Modera  Gaia Dall’Oglio, Direzione Creativa di Sgaialand Agency

Dalle 18.30, dopo un aperitivo in compagnia, spazio ai coordinatori dei tre prodotti esperienziali protagonisti della serata.

Giovanni Scapin per Mirabilia

Mirabilia è un itinerario turistico alla scoperta della Terra del Tiepolo, nel verde entroterra di Venezia, tra Padova e Treviso, sostando nelle più belle e famose ville legate a nomi illustri quali il Palladio e il Tiepolo. Luoghi per rigenerare l’anima, una festa per tutti i sensi, dove la vita è ancora genuina e ricca di profumi e sapori. Mirano, Martellago, Noale, Salzano, Santa Maria di Sala, Scorzè, Spinea…terre da scoprire a ritmo lento.

Beniamino Boscolo per Promenade des Atelier

Promenade des Ateliers, un itinerario turistico da vivere per mare e per terra, dedicato a Chioggia, conosciuta come la Piccola Venezia. Perla della Laguna Veneta e Patrimonio dell’Umanità, la città offre caratteristici scorci affacciati sulla Laguna, carichi di suggestioni.Il centro storico è ricco di canali, calli, portici, palazzi eleganti, arcate e ponti che hanno attirato nei secoli, nomi del calibro di Carlo Goldoni, Giacomo Casanova, Ugo Foscolo, Gabriele D’Annunzio, Eleonora Duse, Hermann Hesse, Emilio Salgari.

Claudia Baldin per Paesaggi Letterari

Paesaggi Letterari: un’immersione suggestiva nell’area euganea, nei luoghi attraversati e abitati da artisti e letterati celebri. Il percorso nel paesaggio è arricchito dalla lettura dei testi di questi autori, direttamente nei luoghi raccontati dalle diverse composizioni poetiche. Una visita di grande emozione per rivivere la memoria e l’immaginazione di questi celebri personaggi!

Ore 20.00: Cena degustazione. Gocce di arte, sete di poesia! Il vizio della gola narrato dai poeti, letterari, viandanti e grandi artisti che tanto hanno amato il Veneto. Tre le proposte culinarie a cura di Fabio Legnaro, titolare dell’Antica trattoria Ballotta, vi segnaliamo:

  •  gustose trame dei Colli, tra sonetti, sguardi e racconti…oltre l’alloro
  • piatti sublimi ispirati al cromatismo del 700/800 veneziano
  • le pietanze delle commedie di Goldoni in veste contemporanea

Dulcis in fundo: come partecipare

La cena è gratuita e riservata a 90 persone.

Per partecipare è richiesta registrazione obbligatoria su Eventbrite cliccando direttamente qui completa di tutti i dati richiesti come da Dgr 1220/17. La prenotazione è nominale. I posti sono limitati e sono riservati esclusivamente a liberi professionisti e/o persone occupate nel privato, preferibilmente in ambito turistico.

Sono esclusi i lavoratori nei settori della pesca, caccia, agricoltura, sanità, formazione, istruzione. Sono esclusi studenti, soggetti disoccupati e pensionati come da Direttiva Regionale. Dulcis in fundo – Via Veneto è parte dell’evento finale del progetto Atelier d’Autore – cod. 15-1-2075-2017 finanziato con DGR n. 1220 del 01 agosto 2017 – POR FSE 2014 – 2020 – Ob. Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione – Azioni di Sistema per lo Sviluppo di un’offerta turistica regionale Integrata.

A proposito dell’Antica Trattoria Ballotta

L’Antica Trattoria Ballotta è iscritta all’albo dei Locali Storici d’Italia come locale fin dal 1605. Ben prima di diventare un vero e proprio tempio dell’enogastronomia Euganea come ebbe a definirlo Orio Vergani, giornalista e fondatore dell’Accademia Italiana della Cucina che l’avrebbe ideata proprio ai tavoli del ristorante dell’allora titolare Toni Carta detto “Ballotta” per le sue forme non proprio filiformi. Nomignolo che da quegli anni è diventato parte integrante del nome del locale ed è stato esteso anche a qualche componente della famiglia degli attuali proprietari: i Legnaro.

A sedersi ai tavoli dell’Antica Trattoria Ballotta furono numerosi nomi illustri nel corso della storia,  a cominciare dall’allora docente patavino Galileo Galilei che avrebbe frequentato l’antica osteria recandosi in quel di Abano Terme da uno dei suoi beccari di fiducia o, proseguendo nella prestigiosa rassegna, con il grammatico e latinista Jacopo Facciolati, nato proprio a Torreglia nel 1682 e che nel settecento contribuì alla ricostruzione della chiesetta di San Sabino che guarda dall’alto l’Antica Trattoria Ballotta.

Luogo conosciuto anche quale stazione di posta e cambio di cavalli che, come raccontano alcune cronache, fu nota pure a Giacomo Casanova nel suo peregrinare alla ricerca di ospitalità nelle ville nobiliari della terra ferma, esule da Venezia.

dulcis in fundo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here