In Veneto negli ultimi anni si sta diffondendo la tradizione americana dei Pumpkin Patch, suggestivi campi di zucche che spopolano anche sui social network. Ma di cosa si tratta esattamente e quali sono i campi di zucche in Veneto più amati da grandi e piccini? Ecco quelli da non perdere!

Se bazzicate il mondo social, non potete non avere notato che in questi ultimi giorni i vostri feed si stanno popolando di immagini di campi di zucche che strizzano l’occhiolino agli States, ma in realtà si trovano spesso a pochi passi da noi: in alcuni casi si tratta di veri e propri parchi divertimento in miniatura, con allestimenti tematici, attrazioni, golosità e postazioni fotografiche degne dei migliori set fotografici. Sono i Pumpkin Patch, campi di zucche che anche in Veneto non mancano.

Ma cos’è esattamente un Pumpkin Patch? Negli Stati Uniti nel mese di ottobre, prima della tradizionale festa di Halloween, è ormai consuetudine recarsi in un campo di zucche, scegliere la propria, intagliarla e dipingerla in loco o portarla direttamente a casa come decorazione per la festa più spaventosa dell’anno. Negli ultimi anni questa usanza sta prendendo ampiamente piede anche in molte regioni italiane, che stanno assistendo alla nascita di suggestivi e singolari campi e giardini aperti per tutto il mese di ottobre: un appuntamento che piace a molte famiglie, che possono così trascorrere un divertente e singolare momento in compagnia.

Quali sono dunque i campi di zucche in Veneto più spettacolari? In attesa di aggiornare la lista e sperare che se ne creino sempre di più, vi segnaliamo i più suggestivi e gettonati!

1) Villaggio delle Zucche di Nonno Andrea, Villorba (TV)


Siete pronti per il villaggio più “zuccoso” che ci sia? Il Pumpkin Patch dell’azienda agricola Nonno Andrea è il più gettonato della regione, tra migliaia di zucche coltivate dalla proprietà, giochi di un tempo, piatti e bevande alla zucca, allestimenti dove potersi scattare le foto più belle che mai!Il Villaggio di quest’anno avrà più spazio, più servizi e parcheggi, più personale coinvolto per la manutenzione degli allestimenti per garantire la migliore esperienza per tutti. Inoltre, anche se sembra quasi impossibile, ci saranno ancora più zucche!

Dal 1 al 31 ottobre tutti i giorni dalle 9 alle 20 con orario continuato.
Indirizzo: Via Campagnola, 72b, 31020 Villorba TV; Info: 0422 444010 e nonnoandrea.it

2) Il campo di zucche Flover Farm, Bussolengo (VR)

La Flover Farm si veste d’autunno con due nuove iniziative speciali che non mancheranno di incantare e divertire il pubblico di ogni età:

un originalissimo labirinto a forma di cariola, unico in Italia, costruito direttamente nel paesaggio con materiali naturali. Un labirinto che sovverte i classici canoni geometrici e si configura come una vera e propria opera di land art. Per disegnare la carriola di 420 metri di perimetro vengono infatti utilizzate 1500 balle rettangolari realizzate con gli scarti dei fusti del mais.

Accanto al labirinto si potrà visitare il campo di zucche ornamentali, una distesa di zucche dalle forme tradizionali a quelle più strane, dove sarà possibile scegliere quella che colorerà la vostra casa e l’autunno.

Non manchanp angoli “instagrammabili” dove scattare originali foto da condividere con famiglia e amici.

Ogni weekend musica e attività per i più piccoli. Per conoscere il programma, vi invitiamo a seguire le pagine FB e IG di Flover

Dal 1 al 31 ottobre. Orario: solo sabato e domenica 10.00-18.30
Flover Garden, Via Pastrengo, 14, Bussolengo (VR)
, flover.it

Le zucche del Brenta, Fiesso D’Artico (VE)

Dal 15 ottobre La Lavanda del Brenta si trasforma ne “ Le zucche del Brenta “ e ospiterà alcuni laboratori per bambini. Il campo sarà aperto e addobbato e tema e si potrà fare una zuccosa passeggiata!
Non mancheranno angoli in cui scattare qualche simpatica foto e acquistare prodotti fatti in casa.
L’ingresso è libero e gratuito tutti i giorni dalle 10 alle 18.30 a partire dalle 15 ottobre.

Fiesso D’Artico (VE), Via Bellini, 22

Articolo precedenteQuando la Pasticcino Bag celebra Venezia
Articolo successivoDIGITALmeet 2022: 10 anni di pacifiche invasioni digitali
Vicentina di origine, padovana d'adozione, gira il Veneto in lungo e in largo per diletto e lavoro. Founder di Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative est.1971, Docente di Comunicazione all' Università IUSVE e al Master Food & Wine 4.0, Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo di #UnitiInRete, Associazione impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un manager nel settore del marketing e della comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.