Due mamme milanesi e una veneta, unite nella creazione di un’agenzia di eventi e servizi per le famiglie a Parigi: l’intervista a Francesca Bovo di AMA, l’agenzia di “Andiamo Mamma”

AMA è un’agenzia di servizi e eventi per le famiglie, nata dall’incontro di 3 mamme italiane a Parigi, Alessandra, Federica e Francesca, e dalla loro passione per questa meravigliosa città.
Da anni le nostre tre “italiane all’estero” percorrono la Ville Lumière alla ricerca di indirizzi utili, attività da fare con i bambini, itinerari, chicche e luoghi segreti della capitale francese.
Ama è un’agenzia che sa bene quanto possa essere difficile ambientarsi in questa grande e caotica città o organizzare un rilassante viaggetto in famiglia.

Ma chi sono queste straordinarie e vulcaniche mamme 3.0?
Alessandra è una milanese doc e parigina d’adozione, mamma di tre simpaticissimi nanetti, avvocato esperta in diritto di famiglia e dei minori in pausa di riflessione, mediatrice famigliare e counsellor e blogger.
Federica, invece, è nata milanese ma parigina adottata da 15 anni, con un marito french doc, due bimbe mezza pizza e mezze baguette. Una laurea in lingue in tasca, giornalista, photo editor, blogger, redattrice di giorno, geek di notte.
E poi c’è la veneta all’estero del trio di AMA, Francesca Bovo: sangue della Terra delle Meraviglie e animo parigino, mamma di tre bimbi scatenati, amante del cinema e dell’arte. Una laurea in lettere, un master in economia, anni di esperienza alla Biennale di Venezia.


Cosa le unisce? La passione per Parigi e per i bambini: “Perché nessuno, meglio di 3 mamme con 8 bambini al seguito, può guidarvi per mano nei meandri di questa meravigliosa città!”, ci racconta Francesca Bovo.

Mi sono laureata a Padova in Lettere Moderne indirizzo Storia e Critica del Cinema, ho fatto un MBA alla Fondazione CUOA di Vicenza e un Master in Gestione dei Beni Culturali all’Università di Tor Vergata. Dopo varie esperienze lavorative sono approdata alla Biennale di Venezia dove ho avuto modo di conoscere professionisti del settore delle attività educational rivolte in particolare a bambini e ragazzi. E lì mi si è aperto il mondo della creatività, che già mi apparteneva, e quello dell’organizzazione (pianificazione, analisi, ricerca). E così ad un certo punto si è accesa la voglia di fare e di cambiare!
Sono arrivata a Parigi per scelta. Il mio amore per questa città nasce nel 1995 quando mia cugina dopo la maturità vi si trasferisce per fare l’università. E da allora ho iniziato a fare lunghi e frequenti soggiorni nella Ville Lumière. Nel 2001 prima lunga permanenza per uno stage post laurea all’Istituto Italiano di Cultura poi di nuovo l’occasione si è presentata nel 2013. Mio marito era entrato in contatto con un noto chirurgo di Parigi che lo aveva invitato a raggiungerlo per far parte della sua equipe e così dopo molte riflessioni e discussioni familiari abbiamo deciso di trasferire tutta la famiglia a Parigi (3 bambini).
Così facendo entrambi abbiamo avuto l’occasione di reinventarci e progredire nella nostra formazione. Ed eccoci qui!

Francesca Bovo AMAIl progetto AMAcome è nato e come è cresciuto il rapporto tra Francesca Bovo e le altre tre mamme “parigine d’adozione”?
Siamo tre amiche, tre professioniste, tre mamme, unite dalla passione per Parigi e dal piacere che proviamo ogni giorno di scoprire posti nuovi, luoghi segreti ed insoliti della capitale, adatti a bambini di qualsiasi età e ovviamente ai loro genitori.
AMA nasce dalla casualità del bellissimo incontro con Alessandra e Federica e dalla comune esigenza di ambientarci, di inserirci e di capire la realtà parigina con tutte le difficoltà culturali, linguistiche e burocratiche che si riscontrano nelle prime fasi di un trasferimento.
Dall’unione di questi due ingredienti è nata AMA: un’agenzia con l’obiettivo di semplificare la vita alle famiglie in movimento sia per piacere (viaggio) sia per lavoro (trasferimento)

Francesca Bovo AMAFrancesca Bovo e le due socie propongono servizi per famiglie: “Con AMA proponiamo diversi tipi di servizi. Per le famiglie già installate a Parigi proponiamo atelier di qualità con educatrici professioniste legate a metodologie educative tipicamente italiane. A marzo per esempio abbiamo fatto un atelier con le educatrici di Maionese Educativa sull’approccio «Reggio Emilia». E poi servizi per gli italiani che vengono in viaggio proponiamo (dopo la compilazione di un questionario di conoscenza) un programma giornaliero dettagliato (itinerari, orari delle attività/musei/atelier con distanze da percorrere, mezzi di trasporto, cose assolutamente da non perdere) in base alle esigenze e ai desideri di ogni famiglia. Per chi vuole farsi una serata romantica e liberarsi dai mocciosi abbiamo anche la babysitter di fiducia!

Francesca Bovo AMA

CONDIVIDI
Articolo precedenteParco Regionale dei Colli Euganei: tra boschi, vulcani, animali e leggende
Articolo successivoDi padre in figlia: arriva la fiction Rai con protagonista la grappa bassanese
Ilaria Rebecchi
Ilaria è una giornalista ed esperta di comunicazione a 360°: ama parlare, scrivere e raccontare storie, soprattutto quando riguardano ciò che è bello, dalle arti alle persone. Asso nella manica? Multitasking creativa, dal digitale alla carta stampata, copywriter e digital strategist con nel cuore la critica musicale e cinematografica. Le sue passioni sono la sua cagnolina Lilly, ridere tanto, la scherma, il buon vino, la primavera, la musica degli anni '80, la cucina, la montagna, le serie tv e ovviamente il marito Alberto. È il Direttore Responsabile di Sgaialand magazine

LASCIA UN COMMENTO