Il teatro coperto più antico del mondo è una delle meraviglie del Veneto: ecco il Teatro Olimpico di Vicenza

Tra le tante meraviglie della Terra delle Meraviglie (concedeteci la ripetizione), il Teatro Olimpico di Vicenza, forse, è la più stupefacente.
Unico nel suo genere, fu progettato dall’architetto Andrea Palladio nel 1580 e si trova nel cuore del centro storico di Vicenza, precisamente all’interno del cosiddetto Palazzo del Territorio, alla fine di Corso Palladio.
Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, si tratta del primo e più antico teatro stabile coperto, e la sua realizzazione fu commissionata a Palladio dall’Accademia Olimpica per la messa in scena di commedie classiche.
La costruzione iniziò quindi nel 1580 e fu inaugurato il 3 marzo di 5 anni dopo, a seguito della realizzazione delle caratteristiche scene fisse ad opera di Vincenzo Scamozzi: strutture lignee di grande effetto per il loro illusionismo prospettico e la cura del dettaglio e che ancora oggi si possono ammirare, a creare una scenografia che riproduce le sette vie di Tebe che si intravedono nelle cinque aperture del proscenio con un raffinato gioco di prospettive.

Il progetto di Palladio si ispira ai teatri romani descritti da Vitruvio, con una cavea gradinata ellittica, un colonnato, statue sul fregio, un palcoscenico rettangolare e un maestoso proscenio su due ordini architettonici, aperto da tre arcate e ritmato da semicolonne, all’interno delle quali si trovano edicole e nicchie con statue e riquadri con bassorilievi.


Palladio, già anziano al momento dell’inizio del progetto, appronta il disegno solo pochi mesi prima della sua morte e non lo vide mai realizzato.
Oggi il Teatro Olimpico di Vicenza si può visitare e ospita numerosi spettacoli classici, ed appuntamenti di rilievo di musica jazz e classica.

Che dire: una perla di irraggiungibile bellezza, che vi consigliamo di vedere, non una ma più volte nella vita!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here