Se amate il mondo della saga di Star Wars, non potrete che apprezzare le straordinarie scenografie e i fedelissimi costumi realizzati da Associazione Galaxy, con sede nel vicentino

Scorrendo la pagina per guardare le foto della gallery, scoprirete un mondo che potrebbe sembrarvi hollywoodiano, ma in realtà è proprio dietro casa: il periodo è quello giusto, perché si avvicina l’appuntamento annuale con Lucca Comics & Games, e un po’ della nostra regione sarà protagonista come ogni anno, perché per gli appassionati del mondo di Star Wars, Associazione Galaxy è un vero e proprio punto di riferimento.
Si tratta di un’associazione nata nel 2007 per promuovere il mondo della fantascienza e del fantastico in generale, che spicca per la straordinaria attività di ricostruzione di oggetti e allestimenti per eventi basati sull’universo di Guerre Stellari.
Galaxy si è specializzata nel creare e gestire tematizzazioni legate all’universo legato alla celebre saga cinematografica colossal creata da George Lucas, tra scenografie, oggetti, anche in scala reale, fedelmente riprodotti dai set Star Wars di grande effetto, sia per la decorazione che per servizi fotografici, riprese ed eventi.
Galaxy è inoltre conservatore della Fondazione Bettola di Yoda con oltre 15.000 oggetti raccolti nel tempo da appassionati di collezionismo a tema Star Wars, con tanto di incredibili memorabilia di Star Wars dal 1977, anno della nascita della Saga.
L’associazione, inoltre, è attiva anche nel campo dell’editoria, tra eventi e concorsi letterari a tema fantascientifico.
Tutto questo dove, vi chiederete? A Camisano Vicentino: entrando nella sede di Associaizone Galaxy si apre un mondo straordinario, fatto di plastici e costumi, edizioni limitate, maschere, spade laser e chi più ne ha più ne metta.
Roba da far impazzire i tanti appassionati del mondo fantascientifico in generale, e soprattutto proprio dell’universo di Star Wars: non sarà difficile, infatti, scorgere la fedele riproduzione di Yoda e di Chewbecca, il costume da Dart Fener o, perché no, l’introvabile sabbia del deserto tunisino Matmata, recuperata direttamente sul set dell’Episodio IV.
E ce n’è per tutti i gusti, dai fedelissimi modelli e reperti storici dai set dei primi tre capitoli della saga (Guerre stellari, L’Impero colpisce ancora, Il ritorno dello Jedi), passando per la trilogia del prequel (1999-2005) fino alle novità ispirate al mondo della nuova trilogia, iniziata con Il Risveglio della Forza giusto un anno fa.
Il tutto rigorosamente riconosciuto dalla LucasFilm.
Una stanza delle meraviglie tutta da scoprire, e, da parte nostra, un applauso ad Amedeo Tecchio e ai suoi!

 

Articolo precedenteGustus 2016: a Vicenza il vino diventa rock
Articolo successivoAlberto Biasi e gli ambienti: arte e innovazione
Diploma di scuola media superiore, giornalista free lance appassionata di musica e piante, collabora saltuariamente con redazioni locali.