L’Accademia Side Academy di Verona lancia il videogame che reinterpreta Shakespeare, dando all’animazione la possibilità di affrontare grandi temi sociali contemporanei.

Side Academy promuove, organizza e realizza corsi di computer grafica, formando talenti della Computer Generated Imagery per il cinema, l’animazione, gli effetti speciali e i videogame. La CGI, per chi non padroneggia così bene la materia, è un’applicazione nel campo della computer grafica 3D per la resa degli effetti speciali digitali nei film, in televisione, negli spot commerciali, nei videogiochi di simulazione e in tutte le applicazioni di grafica visiva.

Side Academy nel tempo è diventata un punto di riferimento per i professionisti del settore grazie a un board di trainer di fama internazionale, tra i quali il premio Oscar Sarah Arduini, e Kevin Mannens. Ubicata in centro a Verona all’interno di un edificio del Cinquecento – che ospitò numerosi personaggi illustri tra cui Luigi XVIII-, l’Accademia ormai è consolidata con un unico indirizzo di computer grafica per il cinema e il videogame e quest’anno accoglie circa 100 studenti.

Oltre all’ area deputata alla formazione, nello stabile trova spazio anche il Side Animation Studio, che si occupa di animazione, computer grafica e cura progetti per marchi prestigiosi come Disney, Ducati, Warner Bros, Dc Comics, Panini, Gardaland.

Juliet Untold – A Juliet & Romeo story

Il 27 marzo sarà ufficialmente presentato in live streaming un imponente progetto: l’avvio della creazione di “Juliet Untold – A Juliet & Romeo story”, il videogame ispirato agli innamorati per eccellenza Romeo e Giulietta, ma con un taglio decisamente rivoluzionario.
“Sarà un’esperienza immersiva totalizzante – racconta entusiasta il Direttore Stefano Siganakis – al centro della narrazione c’è Juliet, una donna forte e impavida che attraverso mille avventure e ostacoli dimostrerà la sua forza e indipendenza, proprio come sono le donne oggi, al fine di liberare il suo amato imprigionato”.

“Sono già dieci gli studenti prescelti e stipendiati dalla divisione dell’accademia (che diventerà società di sviluppo di videogames nei prossimi giorni), per lo sviluppo di alcune delle fasi creative, dai vari personaggi alle ambientazioni – conclude Siganakis – in quello che sarà un multiverso, un viaggio emozionante tra tre universi paralleli, quello contemporaneo, fantasy e futuristico”.

Articolo precedenteTutti a teatro con i Virtual Tour dello Stabile del Veneto
Articolo successivoLa fioritura dei ciliegi in Valpolicella: tutto si tinge di rosa, dalla pianura alle dolci colline
Un team tutto veneto formato da professionisti in ambiti diversi. La redazione Sgaialand Magazine racconta il Veneto che funziona, appassiona, cresce ed emoziona. Quello frizzante, curioso, impegnato, spesso eccellente, sempre sgaio.