La visita audioguidata alle Vatican Chapels sull’Isola di San Giorgio Maggiore acquista uno straordinario valore culturale aggiunto, facendo vivere ai visitatori una speciale esperienza immersiva, che somma bellezza alla bellezza.

Dal 26 giugno è possibile compiere un suggestivo viaggio con le musiche di Antonio Fresa nel bosco della Fondazione Giorgio Cini con le 10 cappelle vaticane sull’Isola di San Giorgio a Venezia: la Fondazione riapre al pubblico le visite guidate all’Isola di San Giorgio Maggiore e ogni venerdì, sabato e domenica dalle 11 alle 19, previa prenotazione sul nuovo sito www.visitcini.com, si potranno scoprire i tesori custoditi sull’Isola, con il servizio di visite guidate.

Ad attendervi un nuovo percorso di visita che prevede per la prima volta la possibilità di accedere al Labirinto Borges. L’audioguida, arricchita dalle nuove musiche composte per le Vatican Chapels, è scaricabile al momento della prenotazione sul proprio dispositivo mobile, grazie a una app che offre la possibilità di prenotare la visita e altre esperienze, anche culinarie.
Infatti dal 26 giugno riaprirà anche il bistrot dell’Isola, il San Giorgio Café, che propone un nuovo menù ispirato alle musiche della nuova colonna sonora delle Vatican Chapels prodotta da D’Uva, l’azienda che gestisce le visite della Fondazione Giorgio Cini, delle Vatican Chapels e il Cafè.

Vatican Chapels: storia e progetto

In occasione della XVI Mostra Internazionale di Architettura de La Biennale, nel 2018 la Santa Sede ha partecipato per la prima volta alla Biennale Architettura con un padiglione diffuso sull’isola di San Giorgio Maggiore a Venezia. Promosso da Sua Eminenza il Cardinale Gianfranco Ravasi, coordinato dal Pontificio Consiglio per la Cultura, ideato e curato dal Prof. Francesco Dal Co e della Dott.ssa Micol Forti, il progetto è ispirato alla “cappella nel bosco” dell’architetto svedese Gunnar Asplund, costruita nel 1920 nel cimitero di Stoccolma.

Dieci architetti di comprovata esperienza, portatori di sensibilità diverse, hanno progettato altrettante cappelle, nel suggestivo bosco della Fondazione Giorgio Cini all’estremità dell’isola veneziana di San Giorgio Maggiore. Indagando le possibilità offerte da differenti materiali, gli architetti sono stati invitati a riflettere sul tema della Cappella come “luogo di orientamento, incontro, meditazione e saluto”, come Asplund ha definito la sua “cappella nel bosco”. Le piccole chiese sono accolte dall’ambiente naturale del bosco della Fondazione, connotato unicamente dal suo emergere dalla laguna e dal suo aprirsi sull’acqua. Le Vatican Chapels rappresentano un viaggio spirituale, religioso e anche laico, una visita nella pace della natura dove il distanziamento non si pone come un problema ma come un valore intrinseco dell’esperienza.

Il progetto musicale Vatican Chapelsa soundtrack experience

L’idea di realizzare la soundtrack delle Vatican Chapels è della visionaria imprenditrice fiorentina Ilaria D’Uva, che con la D’Uva gestisce il servizio di visite guidate alla Fondazione Giorgio Cini, al bosco con le cappelle e il San Giorgio Cafè.

Un luogo così ricco d’ispirazione e carico di spiritualità non poteva lasciare indifferente la sensibilità di un musicista e compositore come Antonio Fresa, noto per le colonne sonore realizzate per cinema e tv, candidato ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento come miglior musicista per Gatta Cenerentola, e da sempre appassionato autore di musica evocativa per le immagini.

Il musicista ha lavorato a 11 composizioni, una dedicata a ogni cappella più un tema riservato al Padiglione Asplund. Protagonisti delle 12 tracce eseguite e dirette da Antonio Fresa tra Napoli, Milano e Parigi, sono prevalentemente il pianoforte e gli archi, con il contributo di pochi altri strumenti. Evocativa alla massima potenza, piacevolissima, “VATICAN CHAPELS – A soundtrack experience” non sovrasta mai la bellezza delle Chapels, entrandone invece a far parte come forza trainante.

Come arrivare all’Isola di San Giorgio

Vaporetto Linea 2, fermata “San Giorgio”. Da San Zaccaria (3 minuti ca.), da Ferrovia (45 minuti ca.), da Piazzale Roma (40 minuti ca.), dal Tronchetto (35 minuti ca.) Maggiori informazioni e orari: www.actv.it