Una pausa da non perdersi e che delizia occhi e palato: è quella pensata da Horteria a Mirano. Potete concedervela dalla mattina a colazione alla sera per cena, e non vedrete l’ora di tornare. Siamo pronti a scommetterci!

Il centro di Mirano è ricco di piccoli, ricercati locali di qualità dove lasciare il cuore e la voglia di gustarsi ancora l’atmosfera di un cicchetto o di un buon piatto lungo la riviera del Brenta. Uno dei nomi da segnare nella mappa del Mirano tour è sicuramente Horteria, a pochi passi dal centro e dall’area pedonale del bel comune veneziano. Vi incuriosirà fin dall’ingresso, dove sarete accolti dai sorrisi caldi e vivaci del giovane team che gestisce il locale e che – nel giro di pochissimi anni- ha reso Horteria uno dei ristoranti più caratteristici e in voga di Mirano.

Non fatevi ingannare dal nome, ad attendervi non c’è un menù solo a base di verdure, o per vegeteriani o vegani. Come dice Giorgia Codato, la giovane e visionaria titolare che ha vinto la sua scommessa, Horteria non ha etichette e non se le vuole dare, ma saprà soddisfare le più diverse esigenze, gluten free compresa. Non ci credete? Potete sbirciare il menù del mese cliccando qui!

Come raccontare cos’è Horteria? Per noi è davvero difficile perché racchiude un piccolo mondo, con le sue stagioni, i suoi ritmi e momenti – dalla colazione alla cena. È un cucina, senza etichette ma con tanta creatività, fatta di ingredienti semplici e sapori genuini.
Ma è anche una bottega, un’idea, un profumo, una poesia …è un divano dove accoccolarti.

In Horteria ogni momento è buono: colazione o brunch con torte, yogurt e cereali, brioche e caffè biologico, un pranzo con piatti veloci, light e sani, lo spuntino con centrifughe, tisane o macedonia, l’immancabile aperitivo con vini selezionati e aperitivi a base di frutta, per finire con cene e piatti carichi di creatività e all’insegna della stagionalità.

Horteria nasce da una mia grande passione, il cibo.
Sono cresciuta tra l’orto, il giardino e gli animali di casa – non rendendomi conto di che fortuna fosse.
Ho poi continuato a ricercare i gusti e sapori della natura anche nella routine.

Giorgia Codato
horteria mirano

La proposta di Horteria non si esaurisce nel ricercato menù, che cambia ogni mese, ma prosegue tra gli scaffali a vista, dove è possibile trovare prodotti biologici, vegani e gluten-free, scelti prima di tutto per la loro qualità. Ecco che allora potete entrare in Horteria anche solo per un semplice (e buono) acquisto: pasta di vario formato, biscotti, te’ e tisane, cioccolato e focacce.

Gli spazi accoglienti, dove nuovo e vecchio si mixano armoniosamente conferendo un’anima caratteristica ad Horteria, si suddividono in area bar e ristorante affacciati sul piccolo plateatico fronte strada, salette interne, pareti ricche di prodotti, ottime etichette di vino e oggetti con curiose storie da raccontare. Non mancano pezzi di design iconici: un celebre e comodissimo Chesterfield sotto a un coloratissimo lampadario di vetro e cristalli, la macchina da scrivere meccanica e portatile per eccellenza Lettera 22, esposta in ingresso e che potete utilizzare a piacimento per scrivere messaggi, consigli, recensioni o ciò che preferite; le sedie dalla Parigi anni ’20, le riconoscibilissime bilance Berkel, le Cementine originali recuperate dalle demolizioni di vecchie case degli anni ‘20 e inserite nella pavimentazione del locale.

Horteria entra di diritto nella lista dei locali preferiti di Sgaialand, l’alta qualità della cucina ci ha davvero conquistato. In un ambiente decisamente sgaio, confortevole e solare.

Horteria

via della Vittoria, 58
30035 Mirano (VE)

Tel: 041 564 8388
E-mail: info@horteria.it
horteria.it
Instagram ; Facebook

APERTO TUTTI I GIORNI

dal martedì a venerdì 10.00 – 15.00/18.00 – 00.00
sabato, domenica e lunedì 9.00 – 15.00/ 18.00 – 00.00

Tutte le foto sono scattate in esclusiva per Sgaialand.it, ad eccezione del ritratto di Giorgia Codato

Articolo precedenteTEDx Treviso 2022: al Del Monaco va in scena la fiducia
Articolo successivoGiornata delle Ville Venete: 50 meraviglie aprono le porte
Vicentina di origine, padovana d'adozione, gira il Veneto in lungo e in largo per diletto e lavoro. Founder di Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative est.1971, Docente di Comunicazione all' Università IUSVE e al Master Food & Wine 4.0, Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo di #UnitiInRete, Associazione impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un manager nel settore del marketing e della comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.