Il TSV, diventato Teatro Nazionale, presenta Heart Art. La stagione 22/23 prevede un cartellone di oltre 30 titoli e più di 160 giornate di spettacoli, di cui 12 firmati TSV, 6 novità e 3 debutti in prima nazionale.

Colpisce dritto al cuore la Stagione 22/23 del Teatro Stabile del Veneto, che con un cartellone di oltre 30 titoli e progetti speciali in programma sui palcoscenici di Padova, Venezia e Treviso, vuole far innamorare il pubblico del teatro. Heart Art porterà sul palco del TSV numerose note attrici come Elena Sofia Ricci, Laura Marinoni, Elisabetta Pozzi, Iaia Forte, Vanessa Gravina, Maddalena Crippa, Serra Yilmaz e Maria Paiato e artisti amati dal pubblico tra cui Alessio Boni, Claudio Bisio, Silvio Orlando, Cesare Bocci, Francesco Pannofino, Paolo Fresu e Moni Ovadia

Insignito da pochi giorni della qualifica di Teatro Nazionale, riconoscimento che suggella il percorso positivo fatto negli ultimi 4 anni, il TSV si affaccia alla stagione 22/23 con nuove e maggiori responsabilità verso la cultura regionale e nazionale: con 12 titoli firmati TSV e più di 100 artisti scritturati in una stagione che conta oltre 160 giornate di spettacolo, cresce l’impegno produttivo dello Stabile del Veneto grazie anche alla rete di relazioni con istituzioni venete, italiane ed europee.

Riprendendo la linea tracciata nella scorsa stagione, la direzione artistica di Giorgio Ferrara conferma la scelta di accogliere nella propria programmazione volti della scena teatrale veneta, italiana e internazionale. Accanto ad attori e registi di fama e amati dal pubblico trovano infatti spazio le giovani generazioni, protagoniste non solo sui tre grandi teatri veneti, il Goldoni, il Verdi e il Mario Del Monaco, ma anche in diverse e nuove realtà nel territorio.

Le produzioni TSV

Tra le 12 produzioni e co-produzioni si contano 6 novità con 3 debutti in prima nazionale e un’esclusiva italiana: il 15 e il 16 ottobre, in occasione dell’inaugurazione del Teatro Goldoni, Isabelle Adjani accende i riflettori del palco veneziano con lo spettacolo Le Vertige Marilyn, co-produzione con i francesi Thierry Suc TS3 e Fimalac Entertainment in lingua originale e sovratitoli.

È legato alle celebrazioni di un centenario, quello della nascita di Pier Paolo Pasolini, uno degli spettacoli di punta di questa stagione che debutta in prima nazionale al Goldoni il 17 novembre 2022 e che sarà poi a Padova a dicembre: PA’, si riassume nel vocativo con cui i ragazzi erano soliti chiamare il poeta il titolo della nuova produzione dello Stabile del Veneto che Marco Tullio Giordana e Luigi Lo Cascio hanno scelto di portare in scena a partire da una cernita di testi dell’immenso opus pasoliniano. La ricorrenza dei 50 anni dalla morte di Ezra Pound rappresenta invece l’occasione per la presentazione a Padova e Treviso dello spettacolo Ezra in gabbia interpretato da Mariano Rigillo.

Dopo il successo del debutto a Venezia, Spettri una produzione TSV diretta da Rimas Tuminas econ Andrea Jonasson inaugura la stagione del Teatro Verdi (09>13 novembre 2022) e del Teatro Mario Del Monaco (18>20 novembre). La collaborazione con il regista lituano, inoltre, si rinnova anche per il 2023: a Tuminas è affidata la regia del nuovo spettacolo di Un curioso accidente di Carlo Goldoni.

Tra le co-produzioni completano la programmazione il testo di Agatha Christie Testimone d’accusa per la regia di Geppy Gleijeses con Vanessa Gravina, Giulio Corso e la partecipazione straordinaria di Giorgio Ferrara, la versione de Il Compleanno di Harold Pinter proposta dal regista Peter Stein con Maddalena Crippa, Alessandro Averone e Gianluigi Fogaccie Da qui alla luna il testo di Matteo Righetto diretto da Giorgio Sangati con l’interpretazione di Andrea Pennacchi sul disastro della tempesta Vaia.

Heart Art si avvicina dunque con un programma fitto di appuntamenti e progetti la cui realizzazione è possibile solo grazie alla fiducia del nostro pubblico e al contributo dei soci, la Regione Veneto, i Comuni di Padova, Venezia e Treviso, le Camere di Commercio di Padova, Venezia-Rovigo e Treviso-Belluno, la Provincia di Padova, Assindustria Venetocentro e Fondazione di Venezia e grazie al sostegno dei molteplici sponsor e partner che hanno creduto nel rilancio della cultura e del teatro.

Ora non resta che farci sentire e dare il più caloroso bentornato al magico mondo del teatro e della cultura, una dimensione meravigliosa e indispensabile che possiamo contribuire a sostenere manifestando il nostro rinnovato entusiasmo: andiamo a teatro!

Per maggiori informazioni: teatrostabileveneto.it

Articolo precedenteQuando la Pasticcino Bag celebra Venezia
Articolo successivoDer Fashionist: la capsule collection di Francesca Zuffellato
Un team tutto veneto formato da professionisti in ambiti diversi. La redazione Sgaialand Magazine racconta il Veneto che funziona, appassiona, cresce ed emoziona. Quello frizzante, curioso, impegnato, spesso eccellente, sempre sgaio.