Vi ricordate la meravigliosa #sgaiasedia di legno fucsia con il logo di Sgaialand che vi ho mostrato qualche giorno fa sui vari canali social del blog? Ecco, ora vi spiego da dove arriva questo prezioso regalo, che mi ha reso davvero felice ed onorata. È con orgoglio, infatti, che vi parlo di Doppio Senso: laboratorio di trasformazioni, progetto ideato e promosso dalla Cooperativa Mercede di Padova che ha scelto Sgaialand per farsi conoscere in Veneto.

  Doppio Senso: laboratorio di trasformazioni

Doppio Senso: laboratorio di trasformazioni in Veneto

Chi l’ha detto che si paga solo aprendo il portafoglio? A volte basta aprirsi alla voglia di conoscere nuovi punti di vista e modi di fare ed imparare a dare il giusto valore a ciò che ci sta intorno.

 

 

Doppio senso: laboratorio di trasformazioni è il nuovo progetto ideato e promosso dalla Cooperativa Mercede di Padova,  coordinata dall’ Ordine dei Padri Mercedari, cappellani dei carcerati d’Italia. Perchè ho pensato di parlarvene? Perchè sapete che mi piace molto valorizzare attività un po’ alternative del territorio, perchè ho sempre avuto un occhio di riguardo per il sociale ( vi ricordate quando vi ho parlato di Kiara con la Kamicia Onlus?) e perchè il dono che ho ricevuto mi inorgoglisce davvero molto e ne sono gelosissima!

oppio Senso: laboratorio di trasformazioni in Veneto

La cooperativa Mercede si trova all’ interno della struttura d’accoglienza Centro OASI. Dalla sua apertura nel 1989 ad oggi ha accolto migliaia di ristretti semiliberi, in permesso premio, in detenzione domiciliare o ex-detenuti, per periodi variabili di tempo: da un solo giorno sino ad alcuni anni. Dall’esperienza dell’accoglienza è nata la necessità di dare un primo re-inserimento alle persone, dando la possibilità di riprendere dimestichezza con attività manuali e lavorative in generale. Da qui la nascita della cooperativa Mercede.

Con il periodo di crisi degli ultimi anni, che non ha evitato nemmeno la Cooperativa, e  con il relativo  calo delle commesse e dei clienti, si è deciso di sperimentarsi in attività di recupero materiali e oggetti vari. L’inizio di questa avventura è stato prevalentemente sperimentale e basato sulle competenze lavorative e la creatività degli ospiti. In breve tempo sono stati realizzati diversi oggetti che sono riusciti ad ottenere il consenso ed i complimenti da parte dei committenti. Da questa buona partenza, si è cominciato a lavorare per ideare un progetto che potesse fare di un percorso di re-inserimento anche una vera  ed innovativa occasione di lavoro.

oppio Senso: laboratorio di trasformazioni in Veneto

Doppio Senso: laboratorio di trasformazioni  si propone di ridare una seconda  possibilità a mobili ed oggetti che non ci piacciono più o che vorremmo buttare via. Rivisitare un vecchio mobile, dargli una seconda possibilità non è solo uno stile ma un approccio diverso al consumo, che fa bene a noi, all’ ambiente ed alle nostre tasche. 

L’ approccio del progetto vuole rispettare l’ambiente ed i prodotti che utilizzati avranno il minimo impatto ambientale, gli ospiti seguono dei corsi di formazione per imparare tecniche di recupero innovative ed originali, sperimentano la creatività con una punta di sana ironia. 

Che cosa chiede Doppio Senso: laboratorio di trasformazioni ? Il progetto non prevede di pagare in modo tradizionale il lavoro fatto con prezzi fissi e prestabiliti, ma di riconoscere e sostenere l’impegno del laboratorio con varie forme di contributo, ad esempio: attività di scambio e baratto con altri oggetti di cui si vuole “disfare”, riconoscimento economico al lavoro fatto, supporto alla logistica del laboratorio (utensili, mezzi di trasporto…), partecipazione a feste di paese in cui poter far conoscere l’attività.

Il laboratorio è aperto a tutti coloro che vogliono conoscere il progetto e ai committenti  che desiderano visionare le varie fasi del nostro lavoro sugli oggetti che hanno deciso di far trasformare.

Perchè essere un partner di Doppio Senso: laboratorio di trasformazioni
  • per sostenere un progetto innovativo, originale ed adatto a tutti

  • per aiutare a realizzare oggetti creativi fatti con tecnica ed abilità

  • per dimostrare che è possibile dare una seconda possibilità anche alle persone

  • per dimostrare che è possibile applicare nella proposta vita il concetto delle tre R: Riciclo, Ricreo e Riutilizzo.

Cosa offrono:

  • coerenza tra ciò  che dicono e realizzano

  • visibilità alle attività di chi li sostiene in tutti i loro vari canali comunicativi ( con spazio banner partner sul sito, pagina dedicata con un redazionale, presenza del logo sui materiali cartacei, menzione in trasmissioni radio o televisive)

  • la possibilità di sostenere  un progetto innovativo, artigianale e sostenibile.

 

Ecco perchè Sgaialand fa un appello a tutti i lettori e agli amici. Conoscete negozi, locali, attività della zona interessati a rifarsi il look senza spendere un occhio della testa e, allo stesso tempo, sposando una buona causa? Doppio Senso: laboratorio di trasformazioni è quello che fa per voi!

#prendilasgaia

Gaia

Articolo precedenteIn bici alla scoperta del Veneto
Articolo successivoSgaialand: novità e progetti del 2016
Vicentina di origine, padovana d'adozione, gira il Veneto in lungo e in largo per diletto e lavoro. Founder di Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative est.1971, Docente di Comunicazione all' Università IUSVE e al Master Food & Wine 4.0, Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo di #UnitiInRete, Associazione impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un manager nel settore del marketing e della comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.