Oggi con grande gioia ed un bel po’ di emozione vi presento una mia piccola grande amica: Chiara. Impossibile non volerle bene fin da subito, difficile resistere ai suoi occhioni azzurri o non invidiarle i biondi, angelici boccoloni e la pelle di porcellana. Chiara è bella, bellissima, ma soprattutto forte, tenace, curiosa, spiritosissima …e dotata di super poteri! Inoltre, ha un altro segreto: ha una Kamicia con la K a cui è affezionatissima e per cui tutti la conoscono. Secondo voi mi lasciavo sfuggire l’occasione di parlarvi di un personaggione così?!

Perché vi voglio parlare di Chiara proprio oggi? Perché per Chiara domani è una giornata importantissima! Domani, martedì 17 Novembre è la Giornata Mondiale della Prematurità e lei sarà impegnatissima a12243285_459347540934989_3227108740065122078_n Verona a dispensare sorrisoni e a firmare autografi (pardon, scarabocchiografi) sullo strepitoso libro a lei dedicato. Insomma, a 2 anni è già una vera star..altro che noi fanta blogger che sgomitiamo nel web a suon di selfie e effetti Valencia.

Chiara, infatti, è la protagonista del  graziosissimo libro  Chiara con la Kamicia e i magici occhialini. Si tratta del racconto delle avventure della piccola Chiara, dal suo arrivo in terapia intensiva all’ inizio di una nuova vita fuori dagli ospedali. Ma perchè Chiara, così piccina, ha già un sacco di storie e avventure da raccontarci?

Chiara è una bimba nata con la camicia, più di due mesi prima del previsto. Come molti bambini prematuri, ha dovuto affrontare un lungo periodo ricoverata all’interno del reparto di terapia intensiva neonatale. In questo arco di tempo i suoi formidabili genitori hanno mandato mail spiritose a parenti e amici per tenerli informati sulla salute ballerina di Chiara e per affrontare con maggiore serenità, per quanto possibile, un percorso molto impegnativo.

Il libro nasce proprio da quelle mail, tra sorrisi, lacrime e speranze; vuole fornire ricordi comuni per chi ci èIMG_20151115_185902-2 passato davvero e una testimonianza di speranza per tutti. Ma non finisce qui: la mamma e il papà di Chiara hanno danno vita alla Onlus Chiara con la Kamicia”, un’ associazione che si occupa di bambini nati prematuri e delle loro famiglie, per sostenerle durante e dopo il ricovero.

Perchè è così prezioso questo straordinario libricino? Perchè, grazie alla sua vendita, l’associazione può finanziare diversi progetti incentrati in particolare sul ruolo dei genitori nella cura del loro piccolo nato piccino picciò.

Oggi 1 bimbo su 10 nasce prematuro. Molti hanno una leggera prematurità e solo 1 su 100 nasce speciale come Chiara. Perchè “con la camicia”? Perchè è nata con le membrane integre, praticamente dentro una palla da rugby ( ve l’ho detto che è speciale!), una cosa rarissima ed un fenomeno a cui la maggior parte del medici non ha mai assistito. Questa è la vera camicia ed i il personale medico che ha seguito Chiara durante i suoi 40 giorni di ricovero dopo la nascita ha deciso che la sua è una kamicia con la K, perchè lei è una vera Kazzuta! Ed è proprio questa Kamicia che ha reso Siri e Davide genitori migliori, ha consentito loro di vedere il sole anche anche dentro la Terapia Intensiva Pediatrica. L’hanno presa sgaia anche loro, insomma.  E noi amici non possiamo che essere fieri ed orgogliosi di loro.

Brava Chiara, bravi mamma e papà. Adesso tocca a tutti noi. Siete pronti a darci una mano e a far conoscere a tutti i super poteri di una piccola, fortissima bambina nata con la Kamicia?a2ec0a03-255b-43f1-811a-22f282731e32

Ecco dove potete trovare tutte le informazioni per sostenere il progetto e richiedere il libro:

www.chiaraconlakamicia.org

Facebook: www.facebook.com/chiaraconlakamicia

Il libro è spassosissimo e commuovente allo stesso tempo, un prezioso regalo per ognuno di voi…e per chi vorrete, visto che manca poco a Natale.

Prendila come Chiara, #prendilasgaia

Gaia

fascia

Articolo precedenteSpectre. Con Bond, James Bond.
Articolo successivoHalloween Parade, maratona e…semi di zucca!
Founder del progetto veneto Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative, Docente all' Università IUSVE dei corsi " Psicologia del Marketing e dell'Advertising" e " Influencer Marketing". Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo dell’Associazione di Promozione Sociale #UnitiInRete, impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un comunicatore con cui condividere la sua passione per la comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.