Golosi di natura e per professione, abbiamo scoperto uno snack made in Veneto prodotto alle porte del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi:  le foglie di granoturco Dolomais.

La polenta è piatto povero da sempre onnipresente nelle tavole dei contadini di montagna, in particolare quelli del Bellunese. In passato, quando la si preparava, i rimasugli che rimanevano attaccati al paiolo di rame dopo la cottura erano comunemente chiamati croste di polenta e venivano usate nelle più svariate occasioni, con somma gioia per tutti, in particolare per i bambini che le aspettavano con trepidazione.

Dalle antiche e tradizionali leccornie nascono le Dolomais, uno snack sano e leggero composto di tre ingredienti: sale, farina integrale di mais vitreo (viene utilizzata l’antica varietà bellunese del Mais Sponcio) e acqua delle Dolomiti Patrimonio UNESCO.

Un altro aspetto assolutamente degno di nota di questo alimento è il luogo in cui viene prodotto, una piccola realtà imprenditoriale bellunese: il Bon Tajerun agriturismo, con azienda agricola ed alloggi turistici, abbarbicato sui dolci pendii collinari del comune di Lentiai (BL), alle porte del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.

Il nome Bon Tajer, che in dialetto bellunese significa Buon Tagliere, deriva dal fatto che molti dei piatti proposti dall’agriturismo vengono serviti direttamente su un tagliere di legno. Inoltre, tutto il locale è costellato da oltre ottocento taglieri dipinti da artisti di tutto il mondo: una collezione unica, in continuo aumento, che caratterizza il locale e lo rende meta interessante per molti appassionati e curiosi.

Questo locale caratteristico unisce agli aspetti culturali una proposta gastronomica che affonda le sue radici nella tradizione locale bellunese, rivisitata in chiave moderna e con un tocco di grande raffinatezza sia nell’equilibrio dei sapori che nella presentazione dei piatti,  realizzati esclusivamente con prodotti di stagione di produzione propria, creando emozioni ed esperienze a 360° per soddisfare il palato, ma anche l’occhio e l’animo di tutti i visitatori… soprattutto i più sgai!

 

Foto credits: sito e pagina Facebook ufficiale Dolomais e Bon Tajer.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here