sgaialand blog veneto

Auguri Sgaialand!

Domenica scorsa, come alcuni di voi avranno visto attraverso i nostri canali social, Sgaialand ha compiuto due anni. Non farò il classico post autocelebrativo: chi si loda, si imbroda dico spesso io e siamo pur sempre Sgaialand, un progetto di successo, ma ancora una piccola realtà nel mare magnum della blogosfera. Non abbiamo bisogno di ricordare a noi e voi tutti quanta strada abbiamo fatto, non vogliamo annoiarvi e peccare di superbia citandovi numeri, obiettivi raggiunti, proposte arrivate, successi conquistati, iniziative gestite. Di sicuro, quello che ho intrapreso è un cammino in piena ascesa, che a breve porterà molti cambiamenti anche nella mia vita privata e professionale: un cammino fatto di salite, di discese spericolate, di azzardi, di tentativi, di studio, di cadute e rialzate, di divertimento, di sinergie, di stanchezza, di amicizie vere, di pause di riflessione, di scelte, di sorrisi.

sgaialand blog veneto

Ho incontrato tantissime persone in questi due anni, soprattutto nell’ultimo, quando ho deciso di “spingere” di più con Sgaialand, di dargli la giusta luce e direzione, di fargli spiccare il volo senza timore, di non ascoltare chi mi dava indicazioni e suggerimenti diversi, di dar voce a quella che era un’idea più datata e condivisa già con molte persone, ma che non ho potuto portare avanti per motivi diversi e probabili, apparenti sovrapposizioni. Ho fatto tesoro delle preziose parole dei numerosi – veri – professionisti con cui mi sono confrontata e con cui continuo a mantenere un filo diretto; ho deciso di procedere e di circondarmi solo di chi condivide i miei stessi valori, di chi si muove nel bene e mette prima di ogni cosa il cuore, quello che alla fine fa la differenza e porta sempre grandi risultati.

sgaialand blog veneto

Ho fatto bene, credo. Ora sono qui, con in pugno una marea di opportunità, con il mio entusiasmo contagioso, con la voglia di dare a Sgaialand sempre più spazio nella mia vita, perchè non è solo un blog, ma una terapia del sorriso e del buon umore.  Lo penso come “il mio orto del sorriso”, che coltivo giorno dopo giorno con tanta passione e tenacia. Questo è stato il motivo iniziale della nascita di Sgaialand.

Non l’ho mai voluto considerare inizialmente un lavoro (anche perché – lo ribadisco- prima di chiamarlo lavoro bisogna essere certi di ciò che si è, si fa, si offre), non l’ho mai voluto sporcare di logiche puramente commerciali, di fini diversi da quello del puro intrattenimento, prima di tutto per me stessa. Dopo tutto, il vero blogging è questo. Io che incoraggio sempre le persone a fare e a crederci, oggi, peró,  sono a qui a confermarvi, ancora una volta che non è mai troppo tardi per rimettersi in gioco. Sarà difficile, avrete momenti di cedimento, subirete attacchi dall’esterno o dalla vostra stessa coscienza. Solo se supererete tutto questo, avrete la giusta determinazione per raggiungere ogni vostra ambizione.

sgaialand blog veneto

Da circa otto mesi dormo tre ore per notte, studio, leggo, investo in formazione, seguo il blog con cura maniacale e vi dedico ogni minuto libero. Ed è gioia, pura gioia. Il mondo della comunicazione e dei nuovi media ha sempre avuto un fortissimo appeal su di me, fin dai tempi del liceo. In rete credo si trovi ancora qualche mio blog dell’epoca, che nostalgia.

sgaialand blog veneto

Sgaialand, però, non è solo Gaia. Sgaialand è Gaia più tutte le persone incontrate in questo percorso: le mie preziose ed energiche contributor, i lettori che ci seguono ogni giorno, i follower di Instagram e Facebook che interagiscono quotidianamente con noi, le aziende, le agenzie, le associazioni e le persone che ci contattano quotidianamente, i lettori che hanno accolto con successo la nostra iniziativa “Scrivere per Sgaialand” e ci hanno donato preziosi contributi.

sgaialand blog veneto
Sgaialand non è la mia autocelebrazione, ma un modo di vivere, che ha creato forte engagement in poco tempo, senso di appartenenza, curiosità, amicizie, sinergie, opportunità. Sgaialand è la community di chi, nonostante tutto, cerca di metterci  sempre il sorriso, di vedere le cose in chiave positiva, di chi è curioso, di chi ama il proprio territorio e prova a vederlo da un’angolazione diversa, di chi vuole valorizzare il locale, ma senza rinunciare allo stare al passo con i tempi e a una visione più ampia. Di chi la prende sgaia, insomma!

sgaialand blog veneto
Quindi, auguri a tutti voi. Il progetto è nato in Veneto ed era giusto partissi da qui, perché è la mia terra, quella con cui potevo confrontarmi in modo più semplice ed immediato. La sgaiezza, però, è contagiosa e non ha confine, non deve averne. Ecco perché nel nostro Risiko virtuale stiamo procedendo alla conquista di altri territori.

sgaialand blog veneto
Ecco, il mio augurio a Sgaialand è quello di continuare il suo percorso positivo, di non fermarsi dinanzi alle difficoltà e di saper procedere fiero come ha fatto finora, ma – soprattutto – di continuare a farmi divertire. Qualsiasi cosa esso diventi.

Ai miei auguri si sommano tutti quelli che ci avete fatto nei giorni scorsi e quelli di chi è stato così carino da dedicarci uno scatto fotografico con l’hahstag #augurisgaialand. Non ultime, le strepitose ragazze di RYLA Run Your Life Again, con cui ho avuto il grande piacere di festeggiare domenica scorsa e che vi presenterò presto!

 

#prendilasgaia

Gaia

Articolo precedenteTEDxVICENZA 2016: dettagli di un grande successo
Articolo successivoMONEY MONSTER – L’altra faccia del denaro
Founder del progetto veneto Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative, Docente all' Università IUSVE dei corsi " Psicologia del Marketing e dell'Advertising" e " Influencer Marketing". Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo dell’Associazione di Promozione Sociale #UnitiInRete, impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un comunicatore con cui condividere la sua passione per la comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.