A un anno dalla costituzione dell’Associazione dei laureati e diplomati dell’Università di Padova, nasce il portale ufficiale degli Alumni patavini. Una risorsa importante che diventerà l’elemento cardine della vita associativa. Da ex studentessa del prestigioso Ateneo, non potevo non condividere con voi questa interessantissima iniziativa, che in questi giorni si sta facendo notare sempre di più sul web e rappresenta per tutti gli alumni una bellissima opportunità per mettersi in contatto con ex colleghi di corso, ma non solo! Scopri con me in cosa consiste questo ambizioso e progetto e, se hai studiato all’Università di Padova, corri ad iscriverti al network Alumnipd! #noialumnipd 

alumni pd

Alumnipd: il portale ufficiale degli Alumni patavini.

Oltre 3000 ore di lavorazione, di cui il 70% per lo sviluppo tecnologico. Sono i numeri che descrivono l’elevata complessità che ha portato alla costruzione di una piattaforma digitale fra le più innovative. Alumniunipd.it, questo l’indirizzo web, è infatti il portale che riunirà tutti gli Alumni dell’Ateneo patavino. La prima release di giugno implementa già alcune delle funzionalità per favorire l’interconnessione fra persone, alle quali seguiranno nei prossimi mesi specifiche sezioni dedicate ai forum di discussione, agli eventi e al placement.
La piattaforma, infatti, è uno strumento per promuovere le attività dell’Associazione e vuole essere prima di tutto un luogo di incontro, un catalizzatore di opportunità e di relazioni. Molte le attività e gli spazi di condivisione: è possibile avere un profilo personale, accedere a una bacheca con tutti gli eventi e le notizie relative all’Associazione e all’Università.

alumni pd

Centrali sono le storie degli Alumni. Da una parte, infatti, il portale raccoglie una serie di testimonianze di Alumni eccellenti che raccontano le tappe fondamentali della loro carriera, andando a scavare nei ricordi degli anni universitari, e offrono il loro punto di vista sul presente e sul futuro dell’Associazione. Ampio spazio è altrettanto dato a tutti gli Alumni: ogni persona, infatti, ha la possibilità di raccontare la propria storia alla grande community degli Alumni, condividendo esperienze, scelte e progetti.

alumnipd

Alumni Wall è, invece, la sezione del sito dove ogni Alumno potrà creare un profilo personale con tutti i dati relativi al titolo di studio e alla posizione lavorativa. Questo strumento sarà quindi un mezzo efficace per ritrovare i colleghi e le colleghe degli anni universitari e per confrontarsi col mondo del lavoro e aumentare i propri contatti. Infatti, la funzione “Ricerca Alumni” permette di scandagliare il database andando a ricercare gli Alumni tramite campi predefiniti come nome, titolo, professione, azienda o anno di conseguimento della laurea, del dottorato, del master o della specializzazione.

alumni pd
«Il portale Alumni – commenta Andrea Vinelli, presidente dell’Associazione – è un tassello importante per la nostra crescita. Sarà veicolo di informazione per le attività, ma anche agorà digitale dove ogni iscritto potrà confrontarsi con persone da tutto il mondo. L’Alumni Wall, inoltre, è un forte elemento d’identità perché esprime, anche a colpo d’occhio, la volontà di mettere al centro gli Alumni, le loro storie e i loro percorsi professionali. Sono loro il grande capitale umano dell’Associazione e dell’Università, ed è questo capitale che vogliamo valorizzare, comunicare e condividere, e verso il quale sono rivolti i nostri servizi».

Sono oltre 1500 gli Alumni iscritti all’Associazione, a un anno dalla sua costituzione: per lo più maschi (63%) e con un’età media di 41 anni. Il più giovane, infatti, ha 22 anni e il più anziano 79.
La maggior parte degli iscritti ha conseguito la laurea dopo gli anni ’90: il 37,15% dopo il 2010, quasi il 27% negli anni 2000 e il 17,5% nell’ultimo decennio del secolo scorso. I rimanenti arrivano fino agli anni ’60 con 23 iscritti che hanno conseguito la laurea fra il 1960 e il 1969.
La maggior parte degli iscritti vive in Italia, anche se gli iscritti sono presenti in tutti i continenti. All’estero, infatti, il bacino più importante sono per ora i paesi anglofoni con gli Stati Uniti al primo posto per numero di Alumni, seguiti dal Regno Unito.

Un’identità sempre più forte con merchandising e lifelong email

Lo spirito di appartenenza e la condivisione di valori fondanti da parte di tutti i laureati di Padova hanno oggi due strumenti in più per esprimersi. Sono disponibili da inizio giugno una serie di oggetti che possono essere acquistati all’interno del negozio UP Store: felpe, tazze, polo, t-shirt, shopper e altri oggetti marchiati con il logo dell’Associazione. Inoltre, si stanno valutando le opzioni per consentire a ciascun iscritto una casella di posta elettronica perenne (lifelong email) che sarà un segno di riconoscimento e di appartenenza molto forte e strategico.

alumni pd

Alumnipd e Chapter internazionali, si parte con New York

L’Associazione Alumni sta promuovendo un intenso lavoro di accreditamento all’estero per espandere le attività a livello internazionale e accogliere anche i moltissimi Alumni che vivono e lavorano fuori dall’Italia. A maggio 2016, infatti, l’Associazione ha tenuto una relazione invitata al Congresso annuale delle Associazioni Alumni delle Università francofone tedesche, austriache e svizzere che si è svolto ad Achen, Germania. L’Associazione, inoltre, si è fatta promotrice della nascita del Manifesto delle Associazioni Alumni italiane a Bruxelles: la presentazione e la sottoscrizione del manifesto saranno rese pubbliche con un evento internazionale, che si terrà a Bruxelles a settembre.

A settembre, inoltre, Alumni, in collaborazione con i Prorettorati Attività Culturali, Relazioni Internazionali e Trasferimento Tecnologico, presenterà a Oslo e Bergen in Norvegia le eccellenze dell’Università di Padova, in due incontri organizzati dall’Ambasciata di Italia presso il Regno di Norvegia e la Repubblica di Islanda.

alumni pd

Infine, sempre in collaborazione con il Prorettorato Relazioni Internazionali, sono stati avviati i contatti per organizzare i primi tre Chapter esteri di Alumni. Tre le capitali internazionali, scelte per prestigio e importanza strategica: Bruxelles, Shangai e New York. Quest’ultima è la prima a partire con un evento, previsto entro la fine dell’anno, che vuole riunire i professionisti che vivono e lavorano nella Grande Mela e negli Stati Uniti.

Alberto Comacchio, Head of Operations DIESEL North America e Alumno founding member incaricato di organizzare il Chapter USA, conferma: «credo che il Chapter di Alumni in New York possa essere una buona cassa di risonanza per diffondere i valori dell’Ateneo Patavino negli Stati Uniti d’America, attraverso quel senso di appartenenza che solo l’Università può dare. Sono convinto, inoltre, che possa rappresentare il giusto network per i neo laureati che si vogliono confrontare con professionisti ed aziende già operative in US. Nondimeno, l’Associazione potrà avere delle sinergie con il corpo docente universitario per organizzare degli eventi tematici o lezioni in New York City. Last but not the least, Alumni si rivolgerà alle aziende del nostro territorio, che potranno trovare una piattaforma facile, friendly e diretta per approcciare il mercato Statunitense o Nord Americano».

alumnipd

Tutte queste attività diventano uno strumento essenziale per rappresentare l’Associazione, e con essa l’Università, all’estero, e contribuire quindi al prestigio internazionale dell’Ateneo, attirando anche nuovi iscritti, che potranno far crescere le occasioni di networking e le opportunità di relazioni professionali.

Contatti:

www.alumniunipd.it

Facebook

Linkedin 

Twitter

YouTube

#prendilasgaia

Gaia

Vuoi segnalarmi altre interessanti progetti e attività del nostro terriotorio? Scrivimi a info@sgaialand.it 

Articolo precedenteNice Guys al cinema e la pioggia non fa paura
Articolo successivoLush: bellezza cruelty-free a portata di mano
Gaia Dall'Oglio
Imprenditrice digitale, ha creato Sgaialand, blog-community diventata un caso studiato anche all'Università. Un progetto innovativo e virale che ha appassionato migliaia di lettori, al punto di moltiplicarsi in attività collaterali, come gli SgaiaTour alla scoperta dei luoghi magici del Veneto e l'hashtag #PrendilaSgaia. Solo su Instagram, l'hashtag è stato condiviso 45.000 volte. Il blog è diventato Sgaialand Magazine e Gaia ha fondato Sgaialand srl, specializzandosi in contenuti web, copywriting, ufficio stampa e digital PR, consulenza per la comunicazione. Oggi coordina un team veneto, continuando a raccontare senza sosta il suo amato territorio: il Veneto che funziona, tra curiosità, storie e meraviglie.