Il fine settimana è sacro e dedicato alle famiglie: allora ecco 5 cose da fare il weekend con i bambini tra parchi e attività per un autunno divertente

 

Le scuole sono iniziate, i fine settimana al mare sono un lontano ricorso, e alla neve in montagna manca un po’. Quindi, nel fine settimana, che si fa? I bimbi meritano di sfruttare questi momenti in famiglia per vedere luoghi nuovi, diversi, inaspettati, che possano farli crescere grazie a quel “turismo esperienziale” alla portata di tutti. E per fare ciò la Terra delle Meraviglie offre innumerevoli spunti, in ogni stagione!
Ecco una possibile classifica con 5 cose da fare il weekend con i bambini:

  1. Chi l’ha detto che per divertirsi serva un luna park tutto luci e confusione? A Nervese della Battaglia (TV), in un ambiente immerso in una splendida area boschiva, si può trovare, accanto all’Osteria Ai Pioppi, un parco divertimenti ad elettricità zero: circa 40 attrazioni, costruite a mano con materiale da riciclo e regolarmente omologate, sapranno far divertire grandi e bambini. Dal Giro della Morte, una sorta di gabbia dove pedalando si riesce a fare l’adrenalitico giro, agli scivoli, con salto finale o a tre corsie per le gare tra amici, o ancora agli affascinanti carrellini che corrono su rotaie sfruttando unicamente la forza di gravità. Un misto di fantasia ed ingegneria, nata dal genio di Bruno Ferrin che dal 1969, oltre a preparare piatti tipici della tradizione veneta, fa divertire centinaia di persone tutti i fine settimana da marzo a novembre. Un ritorno ai giochi di una volta, per far divertire i bimbi di oggi!
  2. “Bambini, oggi facciamo una passeggiata!” “Nooo”, potrebbero rispondere la maggior parte dei bimbi, ma se la proposta fosse quella di camminare un po’ per poi attraversare un vero ponte tibetano, sospeso nel vuoto a 35 metri di altezza, la voglia di camminare potrebbe arrivare magicamente! Siamo a Valli del Pasubio, sulle Piccole Dolomiti del Vicentino, dove da settembre 2016 è percorribile un ponte sospeso, interamente in acciaio e lungo 105 metri, realizzato grazie ai finanziamenti della Regione. Luogo di inestimabile rilevanza paesaggistica, capace di emozionare a qualsiasi età. Attenzione però, il ponte non è una giostra, ma un sentiero di montagna, che richiede accortezza e attenzione: un’ottima occasione per insegnare ai nostri bimbi, divertendosi, il rispetto per la montagna.

5 cose da fare il weekend con i bambini

  1. Esiste un posto magico a Montegrotto Terme (PD), dove si può camminare tra natura e mistero: è la Butterfly Arc, la prima casa delle farfalle in Italia, affiancata dall’affascinante Bosco delle Fate. Qui è possibile visitare serre che riproducono vari ambienti della Terra, dalla Foresta Pluviale dell’Amazzonia, al continente Africano, fino alla lontana Asia, il tutto percorrendo percorsi fatti di laghetti e ponticelli da attraversare facendo particolare attenzione a non disturbare farfalle, insetti, uccellini ed altri piccoli animali che vi vivono. Nei giorni festivi è anche possibile partecipare a laboratori a tema, per integrare attraverso l’esperienza diretta questo giro del mondo! E dopo aver scoperto il vero ciclo vitale delle farfalle, i bambini potranno immergersi nel mistero: l’adiacente parco alberato di circa 6000 mq ospita fate, folletti, orchi e, i più fortunati, potranno anche incontrare il Re dei Troll. E voi, siete pronti a spiegare ai vostri bimbi questa affascinante dimensione?!
  2. Natura, storia, tradizione ed arte: questo è parte di ciò che si può trovare nel Parco del Delta del Po. Occupando un territorio che attraversa due regioni, si può passare dalle spiagge attrezzate di Rosolina, ai paradeli da attraversare in barca, ai sentieri da percorrere in bici o a cavallo, sempre con gli occhi aperti per avvistare qualche specie animale tra le tante presenti nel territorio. Qui nessuno potrà annoiarsi, tra giri in canoa, passeggiate ed escursioni, con la possibilità di essere accompagnati da una guida locale, che può far scoprire anche i musei della zona, come il Museo Archeologico di Adria o il Giardino Botanico Litoraneo del Veneto. Prima di partire, sempre meglio controllare gli eventi del fine settimana: le fiere enogastronomiche, in zona, non mancano mai!
  3. Ci sono alcuni posti in cui ognuno di noi dovrebbe andare almeno una volta nella vita, quindi, meglio iniziare da piccoli! Uno di questi è il Guggenheim di Venezia: il Museo in Dorsoduro, peraltro, offre una quantità straordinaria di attività per avvicinare i bambini al mondo dell’arte moderna, come i Kids Day, laboratori gratuiti per bambini dai 4 ai 10 anni che si tengono tutte le domeniche, o ancora il progetto “Doppio Senso”, un percorso per far conoscere le opere esposte utilizzando il tatto. L’ingresso è anche ridotto per tutti i detentori della Family Card, che consente inoltre di ricevere materiale omaggio, sconti in negozi e bar e l’invito ad eventi riservati. E il 7/8 ottobre si festeggia la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, l’occasione migliore per avvicinare anche i più piccini al mondo dell’arte.

E voi, domenica che farete?

CONDIVIDI
Articolo precedenteOrto Botanico di Padova: il giardino delle meraviglie
Articolo successivoTurismo digitale: Jesolo + 30% tra le ricerche italiane
Camilla Tartaria

Mamma giovane per destino, mamma bis per scelta e moglie per vocazione. Una formazione giuridica alle spalle ed un impiego da collaboratrice presso uno Studio Legale. Vive a Vicenza da sempre, ma appena può rincorre un marito spesso lontano.
Ama lo sport, il vino, le nuove sfide e guardare il mondo attraverso gli occhi delle sue figlie. Entusiasta, polemica, necessariamente multitasking.
Per Sgaialand si occupa di Mamme e Bambini, con tutti i possibili incastri in una quotidianità che scorre velocissima.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here