Siete alla ricerca di un’estate senza pensieri e in libertà, immersi nella bellezza? Le dimore italiane di Landmark Trust, uno dei maggiori enti britannici non-profit dediti al restauro e alla conservazione, con i loro ampi giardini e spazi interni in completa riservatezza, panorami unici da ammirare in compagnia di persone care o amici, attendono quei turisti che non vorranno rinunciare ad una vacanza a contatto con la natura e nella storia.

 

Se l’estate 2020 sarà all’insegna della riscoperta della bellezza del nostro patrimonio architettonico, paesaggistico e culturale, perché non cogliere l’opportunità di prolungare questa esperienza e viverla dal vivo, con qualche giorno di vacanza memorabile? Vi segnaliamo alcune interessanti proposte, due delle quali nella nostra regione, per trascorrere una vacanza in dimora storica, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e senza rinunciare a comfort, privacy, meraviglia e relax. Come? Ve lo spieghiamo subito!

villa saraceno
Villa Saraceno, Agugliaro

Perché scegliere una vacanza in dimora storica?

Ve lo spieghiamo subito, certi di stuzzicarvi e incuriosirvi. Optando per un break di questo tipo, potrete, godere di momenti di tranquillità nell’armonia degli spazi di un’autentica villa palladiana, circondati dal verde e dai filari di gelsi, antica memoria di una millenaria coltivazione dei bachi da seta; vivere l’emozione di dormire in un antico monastero e poter volgere lo sguardo alle cascate di Tivoli, soggiornare da principe in una villa rinascimentale e assaporare il ritmo lento dei Colli Euganei, trascorrere momenti indimenticabili in una antica casa di pescatori nella costa ligure, nel sito di una delle più affascinanti abbazie italiane affacciate sul blu del Mediterraneo, o rifugiarvi in quello che fu il nido d’amore dei due poeti inglesi Elizabeth e Robert Browning, nel pieno centro di Firenze ma lontani dal caos cittadino.

Come?

Tutto ciò è possibile nelle dimore storiche gestite da The Landmark Trust in Italia: Villa Saraceno, opera di Andrea Palladio ad Agugliaro, in provincia di Vicenza, l’ex convento Sant’Antonio a Tivoli, edificato su una villa romana che si ritiene appartenesse al poeta Orazio, Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia, nel cuore dei padovani Colli Euganei, Casa de Mar, accanto alla millenaria Abbazia di San Fruttuoso a Camogli e, in una tranquilla via residenziale del centro di  Firenze, Casa Guidi, residenza in stile settecentesco costruita originariamente per la prestigiosa famiglia fiorentina dei Ridolfi.

Due delle cinque dimore si trovano all’interno di beni del FAI: Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (Padova) e l’Abbazia di San Fruttuoso a Camogli (Genova).

L’offerta speciale per l’estate 2020

Queste vacanze nella storia sono a disposizione di tutti e per quest’estate a condizioni ancora più vantaggiose grazie ad una promozione proposta da Landmark che prevede di beneficiare del 40% di sconto fino alla fine di settembre in tutte le dimore in Italia. Con il vantaggio di poter godere di un soggiorno in esclusiva, rispettoso delle necessarie misure di sicurezza conformi al protocollo Covid, a distanza di sicurezza e in totale privacy, data la particolare formula di self-catering che caratterizza le dimore Landmark.

Casa de Mar

In caso di eventuali ulteriori lockdown, e quindi sulla base di cause di forza maggiore, è prevista la possibilità di cancellare la prenotazione, che potrà essere rimborsata o posticipata in altra data.

Per le prenotazioni delle proprietà italiane contattare l’ufficio Landmark in Italia al numero 041 5222481 o via mail all’indirizzo landmarktrust.italia@gmail.com.

Eccezionalmente per questa stagione estiva 2020, è previsto l’affitto dell’intera proprietà  o di una parte di essa per Villa Saraceno e Sant’Antonio (per modalità contattare gli uffici Landmark).

Agli iscritti FAI è solitamente riservato uno sconto del 10% su tutte le prenotazioni, per l’estate 2020 sarà invece del 50% sulle dimore italiane, comunicando il numero di tessera.

Info utili
www.landmarktrust.org.uk
per le dimore italiane visitare la sezione italiana www.landmarktrust.org.uk/italia