albarella

La bellezza del tramonto su Albarella, in provincia di Rovigo, nella foto di Francesca Fornasini

L’isola di Albarella è un’isola situata nel mare Adriatico settentrionale, vicino al delta del Po.
È compresa nel comune di Rosolina, in provincia di Rovigo. L’isola misura 3,5 km di lunghezza per 1,5 di larghezza; l’estensione è di circa 528 ettari, con 152 abitanti al censimento del 2001. Si ritiene che la sua formazione sia dovuta all’accumulo dei detriti portati dalle piene del fiume Po. Albarella si trova nel territorio del Parco regionale del delta del Po.
La vegetazione è costituita principalmente da macchia mediterranea. Si stima che siano presenti circa 2 milioni di alberi di 150 specie arboree diverse, tra cui vanno menzionati il pino marittimo e il piop-po bianco (Populus alba), da cui l’isola prende il nome.
L’isola è accessibile tramite un argine artificiale, ma l’ingresso è interdetto ai non autorizzati. Lo svi-luppo economico di Albarella iniziò a partire dagli anni sessanta, quando fu individuata come una possibile meta di turismo d’élite, e fu portato avanti soprattutto ad opera del gruppo Marcegaglia, che acquisì la proprietà dell’isola. Vi sono presenti molte strutture ricettive e ricreative, nonostante le acque ed i fondali siano considerati pericolosi a causa della natura correntizia dell’incontro tra acque dolci e salate.

Fonte: Wikipedia

Articolo precedenteModa Primavera Estate 2017 in 23 pillole, per essere sgaie e trendy!
Articolo successivoAlla scoperta della Foresta di Somadida tra volpi, orchidee di montagna e storia
Francesca
Laureata presso la facoltà di Lettere Moderne, a Padova. Tratti distintivi: è gemella. Anima creativa e scrittrice in fiore, nel 2010 è stata finalista del Premio Campiello Giovani. L’amore per la scrittura nasce da un incondizionato amore per la lettura. Conserva l’eco delle parole che ha assimilato e che danno forma e sostanza alle sue idee. Caotica e fervidamente entusiasta della vita, ama misurarla in sorrisi. Fotografa per passione, osserva con stupore il mondo attraverso un paio di occhi verdi a mandorla. Ha fatto delle parole di Alda Merini “sono sempre rimasta fedele alla mia meraviglia” il proprio credo. Semplice ed autoironica, apprezza le piccole felicità quotidiane, collezionandole nel cuore.