Il Delta del Po, lo ribadiamo spesso, offre scorci ineguagliabili e sicuramente una visita al Giardino Botanico di Porto Caleri a Rosolina è tappa da non perdere quando si arriva nel Delta. Un luogo naturale ben curato, ma allo stesso tempo lasciato in tutta la sua naturale, selvaggia spontaneità.

Il Giardino Botanico di Porto Caleri, patrimonio della Terra Delle Meraviglie situato nella parte meridionale del litorale di Rosolina Mare (Rovigo), interessa una superficie di circa 24 ettari. Realizzato dalla Regione Veneto nel 1990 in un’area in seguito dichiarata Sito di Importanza Comunitaria (S.I.C.) ed entrata a far parte del territorio del Parco regionale Veneto del Delta del Po, ha lo scopo di conservare un ambiente naturale unico e di notevole interesse scientifico.

Il Giardino, che si estende su una superficie di 44 ettari, è caratterizzato dalla presenza di una notevole varietà di habitat, dalla laguna alle dune fino alla spiaggia. La flora è molto ricca di specie, tra cui spiccano alcuni rari endemismi, quali il fiordaliso di Tommasini e la Salicornia veneta. La tranquillità di questi ambienti permette anche la frequentazione di diversi animali: tra gli uccelli si possono ricordare l’elusivo succiacapre e il coloratissimo gruccione, tra gli anfibi il rarissimo pelobate fosco, di cui il Giardino ospita l’unica popolazione veneta, tra i rettili la testuggine palustre.

 


Il Giardino è visitato ogni anno da più di 10.000 persone che, seguendo i circa 4 Km di percorsi, hanno  così la possibilità di conoscere la successione delle vegetazioni e le specie presenti, tutte idenfiticabili grazie alla presenza di cartelli informativi. 

L’abbiamo visitato in occasione di una giornata grigia e ventosa, nonostante questo il Parco è riuscito a stregarci, in tutta la sua selvaggia bellezza.

La visita agli ambienti del Giardino Botanico litoraneo può essere effettuata grazie a tre diversi sentieri: uno breve, che interessa in maniera particolare la pineta, uno intermedio, che include tutti gli ambienti tranne la zona umida d’acqua salmastra ed uno più lungo, che include anche quest’ultima.

Informazioni utili

Biglietto: Euro 2,50

Periodo di apertura: da aprile a ottobre

Giorni e orari: martedì, giovedì, sabato e domenica, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 nei mesi di Aprile, Maggio e dal 19 Settembre e Ottobre, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 nei mesi di di Giugno, Luglio, Agosto e fino al 18 Settembre.

Orari inizio visite guidate: ore 10.30 e 15.30, 16.30 nei mesi estivi

Per informazioni e prenotazioni gruppi:

Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po – tel. 0426 372202

                                               Parco Delta del Po Veneto

 

Photo Credits: Gaia Dall’Oglio

Articolo precedenteScoprire il Veneto tra risate e scalate di marcia con Le Strade dei quattro Anelli
Articolo successivoLe foto record della Tesla Roadster spaziale sono Made in Terra delle Meraviglie
Vicentina di origine, padovana d'adozione, gira il Veneto in lungo e in largo per diletto e lavoro. Founder di Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative est.1971, Docente di Comunicazione all' Università IUSVE e al Master Food & Wine 4.0, Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo di #UnitiInRete, Associazione impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un manager nel settore del marketing e della comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.