Metti una bellissima e sorprendentemente sgaia serata in un ristorante stellato, un compleanno da festeggiare, una sorpresa importante da fare ad un appassionato di cucina che meritava un gesto speciale, un regalo inaspettato. Condisci il tutto con un contesto che ti stupisce perchè ti aspettavi tutt’altro stile, con le grandi risate fatte con l’eccezionale personale di sala, continua aggiungendo la magia del talento, l’esplosione di un gusto delicato, ma potente e riconoscibile. Negli occhi bellezza, colore, giochi di luce, fili di lana che si intrecciano a geometrico rigore e raffinate consistenze. Ecco la mia serata a Le Calandre di Rubano, in provincia di  Padova, ristorante tre stelle Michelin dei fratelli Alajmo.

le calandre

Le Calandre: una serata sgaia e stellata

Nel 1981, Erminio Alajmo e Rita Chimetto aprono Le Calandre. Max e Raf lo portano a diventare uno degli otto ristoranti italiani insigniti delle tre stelle Michelin. La passione di Max nasce dallo stupore e dal rispetto per gli ingredienti, uno studio continuo e profondo per cogliere l’essenza della materia. Fluidità e leggerezza sono le fondamenta di una cucina in cui ogni ingrediente dà il proprio contributo in maniera semplice e armoniosa. www.alajmo.it 

le calandre


#prendilasgaia

Gaia

Articolo precedenteIl museo della Padova ebraica e la sinagoga
Articolo successivoScuola internazionale di Comics Padova
Vicentina di origine, padovana d'adozione, gira il Veneto in lungo e in largo per diletto e lavoro. Founder di Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative est.1971, Docente di Comunicazione all' Università IUSVE e al Master Food & Wine 4.0, Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo di #UnitiInRete, Associazione impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un manager nel settore del marketing e della comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.