Bonair Misurina, giovane start up veneta di cui vi abbiamo parlato lo scorso anno, in anteprima mondiale entra negli hotel di lusso con la sua fresca aria di montagna e sceglie Venezia per il lancio di questa esclusiva esperienza sensoriale.

I giorni del festival si sa, sono frenetici: scatti fotografici, film e passerelle vedono le star internazionali sempre al top, ma chissà cosa può accadere quando chiuso il sipario e aperta la porta delle loro suite questi si trovano a disposizione un sorso di aria purissima “da bere”?

Bonair Misurina, start up delle Dolomiti, è la prima al mondo a concepire un erogatore d’aria pura e naturale travel-sized destinato a Hotel & Spa di Lusso. Venezia e il suo prestigioso Festival del Cinema sono l’occasione per far conoscere a livello globale questa audace iniziativa. Durante i giorni della kermesse, infatti, gli ospiti di un prestigioso Hotel 5 Stelle L potranno godere per la prima volta di questo nuovo amenity: alcuni istanti di aria delle Dolomiti recapitata appositamente per loro nelle suite dell’albergo.

Bonair Misurina è una linea di prodotti dove l’Aria è l’ingrediente principale. Non un’aria qualunque ma la più pura d’Italia, a pochi passi dalla Regina delle Dolomiti Cortina d’Ampezzo. Il lago di Misurina è considerato un vero luogo terapeutico dove sin dall’800 si curano naturalmente asma e allergie. Compressa in loco e imbottigliata in appositi inalatori, l’aria rimane incontaminata, per permettere a chiunque ed ovunque l’esperienza di un respiro fresco.

bonair misurina

In un mondo dove l’inquinamento sta sempre più intaccando lo stile di vita delle persone, c’è un crescente bisogno di reperire aria pura respirabile e Bonair Misurina propone questo elemento vitale in un formato sostenibile e chic. Respirare aria pulita è ormai un bisogno tangibile, un concetto di benessere dentro un prodotto che diventa testimone di una nuova consapevolezza ambientale.

bonair misurina

Chiara Bonel, ideatrice di Bonair, parla di una nuova consapevolezza, riguardo l’aria, che rivoluziona la nostra percezione sensoriale: «Come è accaduto per l’acqua anche per l’aria si sta creando la consapevolezza che esistono diversi tipi di aria nel mondo, con caratteristiche e qualità differenti. E questa aria può essere trasportata e resa disponibile per tutti. Respirare aria pura diventa un valore intangibile, che porta ad un nuovo concetto di benessere e di esclusività. Immagino un ospite di un albergo di lusso a Shanghai, ad esempio, che dopo una giornata di lavoro, si regala un momento di piacevolezza e relax, non solo con profumi e prodotti beauty, ma anche con la possibilità di respirare per alcuni istanti aria purissima proveniente dall’altra parte del mondo»

bonair misurina

Il caso? Per aiutare una bimba di 5 anni nella sua lotta contro una malattia che la rende intollerante a qualsiasi sostanza chimica, la SCM (Sensibilità Chimica Multipla – definita anche malattia “ambientale”), su richiesta di un team di medici, nel 2011 8 bombole di aria pura di montagna hanno permesso alla piccola di raggiungere l’Inghilterra per curarsi. «Serviva aria pura, non ossigeno, per affrontare il viaggio. Così le abbiamo fornito bombole cariche di aria di Misurina. Un’aria talmente pura da non nuocere alla bambina»

Il nome del prestigioso hotel dove saranno presenti le bombolette di aria pura resta top secret.. Chi saranno i fortunati fra attori e star internazionali a provare questa affascinante quanto esclusiva esperienza?

 

BONAIR Misurina e i suoi nuovi prodotti

Bonair Misurina sarà inoltre presente alla 75^ Mostra del Cinema di Venezia grazie alla collaborazione con Sgaialand che racconterà gli ultimi arrivati della linea ispirata all’Aria pura di montagna. In particolare il nebulizzatore all’acqua dolomitica, perfetto come rinfrescante e fissante trucco e la fragranza d’ambiente Somadida, ispirata all’omonima foresta del Cadore e  simbolo dello storico legame fra le Dolomiti e Venezia. I legni pregiati di questo territorio vennero infatti utilizzati dalla Serenissima sin dal ’400 per la realizzazione di edifici e imbarcazioni. Questa fragranza, studiata da una giovane “maître parfumeur” di Firenze racchiude in un flacone di vetro da distilleria tutte le note legnose e boschive di questo luogo incantato.

Per maggiori informazioni: bonairmisurina.com

bonair misurina

Photo credit copertina: Nicola Bombassei

Articolo precedenteLa Pelle del vetro: al negozio Olivetti di Venezia Carlo Scarpa per Venini
Articolo successivoHelen Doron English: a Vicenza arriva l’inglese per bambini e ragazzi con la Piccionaia
Founder del progetto veneto Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative, Docente all' Università IUSVE dei corsi " Psicologia del Marketing e dell'Advertising" e " Influencer Marketing". Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo dell’Associazione di Promozione Sociale #UnitiInRete, impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un comunicatore con cui condividere la sua passione per la comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.