L’antipasto invernale di Trattoria Isetta a base di burrata con radicchio di Treviso

Siamo tornate a trovare la rinomata Trattoria Isetta. Oggi Chef Monica Gianesin ci propone una ricetta rapidissima, gustosa e facile da replicare, con il radicchio di Treviso!

Scrigno della tradizione culinaria veneta, la storica Trattoria Isetta di Grancona (Vi), nella meravigliosa Val Liona, è oggi uno dei punti di riferimento della regione. Ogni settimana viene scelta da buongustai di varie parti del Veneto: come ci hanno riferito le due sorelle Manuela e Monica Gianesin, titolari di Trattoria Isetta, il locale accoglie infatti i comodi e vicini vicentini e veronesi, ma non mancano padovani, veneziani, trevigiani e rodigini! Senza contare turisti, professionisti o appassionati di buona cucina, che non mancano di ricavarsi una doverosa tappa in una delle realtà gastronomiche più apprezzate della provincia del Palladio.

Una storia antica, di famiglia unita e sincera, dove la cura del cliente e il rispetto della materia prima sono l’insegnamento e la bussola di Galdino. Monica, in cucina, e Manuela, in sala, tramandano di giorno in giorno la tradizione, la conoscenza e i sapori della trattoria, con uno sguardo attento alla rivisitazione e all’innovazione, per trasformare le materie prime locali in piatti pregevoli, dove l’attenzione per il dettaglio li rende esperienze suggestive. Specializzato nella cottura della carne alla griglia e alla brace, da Isetta si trovano sempre pasta e pane fatti in casa, cacciagione in autunno e erbette in primavera. Da non perdere assolutamente i dolci, grande passione di Chef Monica!

Nel video copertina di oggi, Monica Gianesin ci propone una ricetta davvero sgaia per la sua rapidità e semplicità di esecuzione, senza rinunciare a gusto e a valorizzazione di prodotti locali, in questo caso il nostro caro radicchio di Treviso! La ricetta di oggi è quella di un antipasto invernale a base di burrata affumicata, crema di fagioli, radicchio di Treviso, pomodori secchi e pancetta rosolata! Non perdetela e cimentatevi a casa, siamo certe farete un figurone!

 

Se, invece, vi siete persi anche il nostro primo appuntamento video con Chef Monica, allora preparatevi a leccarvi i baffi con uno dei Tiramisù più sgai mai visti prima! E che bontà anche questa ricetta, eccola qui sotto per voi!

Alla prossima puntata di In Cucina con Sgaia, amici!

In cucina con Sgaia: il Tiramisù sgaio di Trattoria Isetta a Grancona(VI)

 

 

Articolo precedenteApre la Pista degli Innamorati, la più romantica pista da sci delle Dolomiti
Articolo successivoPastaficio: il padovano Federico Perandin conquista New York con la pasta fresca
Vicentina di origine, padovana d'adozione, gira il Veneto in lungo e in largo per diletto e lavoro. Founder di Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative est.1971, Docente di Comunicazione all' Università IUSVE e al Master Food & Wine 4.0, Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo di #UnitiInRete, Associazione impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un manager nel settore del marketing e della comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.