La giusta distanza tra partner e il dilemma del porcospino

La psicoterapeuta dott.ssa Giulia Disegna oggi affronta il tema della distanza di coppia e del dilemma del porcospino. Di cosa si tratta e qual è la giusta distanza in una relazione di coppia?

Il dilemma del porcospino afferma che quanto più due esseri si avvicinano tra loro, molto più probabilmente si feriranno l’uno con l’altro. Questo deriva dall’idea che i porcospini possiedono aculei sulla propria schiena e che se si avvicinassero tra loro, i propri aculei finirebbero col ferire entrambi. I porcospini, infatti, sono animali solitari e non soliti al branco. Da qui l’analogia con le relazioni tra due esseri umani: se due persone iniziassero a prendersi cura e a fidarsi l’uno dell’altro, qualsiasi cosa spiacevole che accadesse ad uno di loro ferirebbe anche l’altro, e le incomprensioni tra i due potrebbero causare problemi ancora più grandi.

Il dilemma del porscopino fu ideato dal filosofo tedesco Arthur Schopenhauer e poi adottato da Sigmund Freud, che lo portò nella dimensione della Psicologia. Ecco l’idea di Schopenhauer:

“Alcuni porcospini, in una fredda giornata d’inverno, si strinsero vicini, vicini, per proteggersi, col calore reciproco, dal rimanere assiderati. Ben presto, però, sentirono le spine reciproche; il dolore li costrinse ad allontanarsi di nuovo l’uno dall’altro. Quando poi il bisogno di riscaldarsi li portò nuovamente a stare insieme, si ripeté quell’altro malanno; di modo che venivano sballottati avanti e indietro fra due mali. Finché non ebbero trovato una moderata distanza reciproca, che rappresentava per loro la migliore posizione.

Così il bisogno di società, che scaturisce dal vuoto e dalla monotonia della propria interiorità, spinge gli uomini l’uno verso l’altro; le loro molteplici repellenti qualità e i loro difetti insopportabili, però, li respingono di nuovo l’uno lontano dall’altro. La distanza media, che essi riescono finalmente a trovare e grazie alla quale è possibile una coesistenza, si trova nella cortesia e nelle buone maniere.

A colui che non mantiene quella distanza, si dice in Inghilterra: keep your distance! − Con essa il bisogno del calore reciproco è soddisfatto in modo incompleto, in compenso però non si soffre delle spine altrui. − Colui, però, che possiede molto calore interno preferisce rinunciare alla società, per non dare né ricevere sensazioni sgradevoli. »

Per informazioni o per prendere un appuntamento:

sono reperibile al n° 348-5238569

Potete contattarmi anche via mail all’indirizzo:

giulia.disegna@hotmail.com

Ricevo su appuntamento presso:

Studio Disegna, viale Trieste 27/a,  Vicenza

Mi trovate anche presso:

Studio Psicologico, viale della Stazione  48, Cittadella (PD)

Studio Disegna, via Campo Marzio, Bassano d/G (VI)

Facebook:  Dottoressa Giulia Disegna Psicologa Clinica

Linkedin:  Giulia Disegna

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here