Prosegue il viaggio alla scoperta della nostra #terradellemeraviglie e oggi è il turno della splendida Verona. Non esiste una stagione migliore in cui visitarla, il suo fascino eccelle in ogni momento ed ora capirete perchè.

La città scaligera, conosciuta in tutto il mondo principalmente per il suo legame con la tragedia shakespeariana di Romeo e Giulietta, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco per la sua struttura urbana e per la sua architettura. Oltre al suo lato indubbiamente romantico, Verona è una città frizzante e vitale sede di eventi teatrali e musicali di fama internazionale.

Principale palcoscenico di tali spettacoli è l’Arena, anfiteatro romano sito nel cuore della città e sua icona che ogni anno ospita l’emozionante Festival Lirico. Non sono certe le origini della sua costruzione, ma si presuppone risalga al I secolo in cui allora rappresentava la sede degli spettacoli dei gladiatori.

L’Arena di Verona spicca, circondata da meravigliosi palazzi storici, su Piazza Brà, una delle piazze più grandi d’Europa e da cui percorrendo poi Viale Mazzini, la via dello shopping della città, si raggiunge Piazza delle Erbe, la più antica della città e centro del mercato quotidiano cittadino. Piazza Erbe, tra le più vivaci della città, è resa ancora più affascinante dagli affreschi che ricoprono le facciate delle Case Mazzanti, dall’imponente Torre dei Lamberti da cui si può ammirare uno spettacolare panorama cittadino e da Palazzo Maffei, adornato da eleganti statue greche.

A pochi passi da Piazze delle Erbe sorge la Casa di Giulietta, palazzo medioevale in cui la tragedia di Romeo e Giulietta ha trovato alcuni riscontri, mescolando leggenda a realtà. Meta tra le più ambite della città, è spesso molto affollata di visitatori che lasciano i propri messaggi d’amore sulle pareti del portico che conduce al cortile del palazzo, in cui è esposta la statua in bronzo di Giulietta e dove si potrà sicuramente scorgere turisti intenti nel farsi immortalare con una mano appoggiata sul seno destro dell’amata di Romeo. La leggenda, infatti, narra che compiere questo gesto porti fortuna. Per far rivivere il suo aspetto più romantico, ogni anno Verona, nei giorni di S. Valentino, si anima come un vero cuore pulsante d’amore per un evento emozionante ed unico, Verona in Love; numerosi sono gli  appuntamenti musicali, teatrali e culturali sull’amore che la città offre ai suoi visitatori.

La città di Verona risiede sulle rive del fiume Adige e molti sono i ponti che lo attraversano; il più affascinante è Ponte Pietra, l’unico rimasto di epoca romana. Sulla riva sinistra dell’Adige sorge il Teatro romano di Verona, teatro all’aperto costruito nel I secolo a.C. che ospita nel periodo estivo le opere teatrali veronesi. Risalendo dal Teatro Romano al Castello di San Pietro, edificato sull’omonimo colle, lungo una breve e suggestiva passeggiata, si potrà scorgere una vista mozzafiato della città.

Seguendo il corso del fiume Adige appare maestoso il castello medioevale di Verona, Castelvecchio, che attualmente ospita il museo civico; è il più importante monumento militare della signoria Scaligera e colpisce per la sua imponenza.

Non molto lontano da Castelvecchio sorge il principale capolavoro del romanico in Italia, la basilica di San Zeno, uno degli edifici più importanti della città.

Il fascino della città scaligera si racchiude anche nell’arte culinaria e del buon vino, che Verona celebra ospitando dal 1967 il Vinitaly – Salone Internazionale del vino e dei distillati. Nella cucina veronese molti sono i piatti che portano in tavola gli antichi sapori della tradizione; ne sono un esempio il “Riso al Tastasal”, risotto con un gustoso impasto di carne di maiale, i tortellini di Valeggio, chiamati anche “Nodi d’Amore”, “Pastisada de’ Caval”, un brasato di carni di cavallo, la “Pearà” una salsa pestata che si accompagna al misto di bolliti. La tradizione pasticcera di Verona offre a propri commensali “La torta russa di Verona“, un guscio di pasta sfoglia, la cui forma ricorda il celebre copricapo di quella nazione, farcito con un impasto a base di amaretti e mandorle e l’immancabile prelibatezza delle feste natalizie il delizioso “Pandoro”. Durante le festività natalizie la città, dal 10 al 13 dicembre in Piazza Brà, ospita i “Banchetti di Santa Lucia” in onore della Santa siciliana molto venerata e che, secondo la tradizione, nella notte tra il 12 e 13 dicembre, accompagnata dal suo asinello, porta dolciumi e giocattoli ai bimbi buoni e pezzi di carbone a quelli cattivi. Il simbolo del Natale veronese è la Stella Cometa dell’Arena di Verona, una sontuosa scultura in acciaio che illumina l’intera piazza e la rende magica fin dal 1984.

Verona è una città festosa e a far risaltare questo suo aspetto è anche l’evento che, fin dal 2003, sa rallegrare ed intrattenere grandi e piccini durante il penultimo fine settimana di settembre, il Tocatì  festival internazionale dei giochi di strada, che anima i vicoli e le piazze del centro storico.

L’autunno è arrivato e le giornate si fanno più fresche, ma la voglia di esplorare il nostro meraviglioso territorio Veneto non si ferma e per allettarvi nella scoperta della splendida città di Verona vi attende il suo affascinante centro storico e per deliziare i vostri palati molte saranno le osterie che la città vi saprà offrire per farvi scoprire i suoi antichi sapori.