Sapete che Laghi, piccolo comune della provincia di Vicenza, è il più piccolo di tutto il Veneto? Vi raccontiamo qualcosa di più, tra storia, eventi e tradizione

Alzi la mano chi, prima di leggere il titolo del nostro articolo, sapeva indicare con certezza il comune più piccolo del Veneto! Se la vostra risposta era Laghi, allora saprete già che questo piccolo comune del vicentino, con i suoi 131 abitanti è il più piccolo della nostra Terra delle Meraviglie. Situato nella Val di Ferro, nelle Prealpi Venete, Laghi ha una superficie di 22.22 Kmq, dista circa una cinquantina di km da Vicenza e confina i comuni trentini di Terragnolo e Folgaria, e con quelli vicentini di Posina, Arsiero e Lastebasse.

Laghi
Foto di Omar Oliviero da ProLocoLaghi.it

Oltre che sul capoluogo comunale, principale centro abitato, l’insediamento umano si basa sulla presenza di piccoli villaggi sparsi, le cosiddette “contrade”, anche se molte di queste risultano ormai abbandonate. Sul fondo della valle del Ferro si contano le contrade di Peterlini, Lunardelli, Marogne, Roteche, Galgara, Lorenzi, Gusella, Molini, Vanzi; sull’altopiano di Cavallaro, invece, troviamo la contrade Berta, Cruzzi, Bragioli, Silvestri, Chezzi, Laita,  Zanconi e Ossati. Elemento caratterizzante del paesaggio sono i due laghetti incastonati come due gemme nella valle del torrente Zara, a ridosso del centro abitato.

Il comune di Laghi, abitato originariamente da popolazione di origine germanica giunte nel XIV secolo, deve la sua attuale estensione e conformazione all’unione ottocentesca con il Comune di Cavallaro. Numerose le leggende su Laghi, che avrebbe visto la presenza di banditi provenienti da Isola della Scala e il ritrovamento di pignate di marenghi d’or per poi fondersi con la storia e le dominazioni dei Conti Velo, degli Scaligeri, dei Visconti, dei Veneziani. Il paese ha poi visto l’inarrestabile calo della popolazione, emigrata nel primo dopoguerra verso i paesi dell’emisfero australe e nel secondo dopoguerra verso i poli artigianali e industriali dell’Alto Vicentino.

Come dice il nome stesso, Laghi è caratterizzato dalla presenza di due laghetti situati nel versante vicentino, in un valle dalla forma quasi circolare denominata Valle dei Laghi. Sul suo territorio sono situate quattro malghe: Malga Coston, Malga Campoluzzo Inferiore (Ajetto), Malga Campoluzzo di Mezzo e Malga Campoluzzo Superiore e lungo il confine occidentale passa il noto sentiero Europeo “E5” Lago di Costanza-Mare Adriatico.

Non pensate che le piccole dimensioni del comune compromettano la vita del paesino, che risplende e si “ripopola” in occasione di seguenti eventi:

  • 14 febbraio – Festa di San Valentino
  • Seconda domenica di luglio – Sagra Patronale di S.Barnaba in occasione della quale viene organizzata la Marcia del Ciclamino, che porta a Laghi oltre tremila persone e la Skylakes, gara di sky running che prevede un percorso di 25 km disegnato lungo il sentiero europeo E7 e un dislivello di circa 1800 metri.
  • Terza domenica di luglio – Festa sul monte Maggio
  • Ultimo sabato di luglio – Commemorazione all’ex Cimitero Militare Austro-ungarico di Molini
  • Periodo dell’Avvento – Mercatini di Natale

Insomma, anche  il comune di Laghi la prende sgaia con i suoi eventi tipici e le sue numerose iniziative, volte a far conoscere e risplendere il comune più piccolo del Veneto!

Articolo precedenteOttobre d’arte a Modena tra fotografia e Fortunato Depero
Articolo successivoVeneti all’estero: Angela Babbolin – dalla Terra delle Meraviglie alla Cina tra amore, bijoux e moda
Vicentina di origine, padovana d'adozione, gira il Veneto in lungo e in largo per diletto e lavoro. Founder di Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative est.1971, Docente di Comunicazione all' Università IUSVE e al Master Food & Wine 4.0, Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo di #UnitiInRete, Associazione impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un manager nel settore del marketing e della comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.