Si definisce un ristorante “diversamente veggy” che vuole avvicinare il cibo vegetale a tutti, scettici compresi. GingerGi, ristorante vegetariano e vegano contraddistinto da una formula innovativa, si posiziona come unico nel suo genere a Padova.

Fondato su un tipo di cucina plant based, GingerGi vuole essere un ristorante diversamente vegano, rendendo adatti i sapori della natura anche al palato di chi è abituato a una cucina onnivora.

GingerGi si impegna a diffondere la consapevolezza del cibo vegetale, mantenendo i sapori naturali e adattandoli al palato di chi ama la tradizione culinaria. Con uno stile veggy-pop che unisce bellezza e bontà, GingerGi propone una piacevole esperienza gastronomica senza precedenti in città. Nato da un’audace e radicale trasformazione che la famiglia Toniolo ha voluto mettere in atto (la location, ora rinnovata, è la stessa del ristorante “onnivoro” I Bastioni del Moro, gestito dai Toniolo), il nuovo concept di cucina propone una divertente formula, in grado di stuzzicare i più curiosi.

Il concetto di saucer, infatti, ridefinisce la cena, offrendo piatti più piccoli che consentono di assaporare una varietà di sapori. Le dimensioni studiate dei piattini permettono di creare un’esperienza fino a cinque portate, adattandosi a diverse esigenze e gusti. La carta offre intriganti assortimenti di saucer: dai freddi alle zuppe, dai delicati ai golosi, dai fritti ai dessert. Potete lasciarvi sorprendere da un’inaspettata tartare o da un pulled pork in grado di soddisfare anche gli amanti della versione originale, deliziarvi con il cavolo viola in saor con anacardi e polenta fritta, o con una cotoletta di sedano rapa con ketchup fresco.

Se volete avere una panoramica più completa, la cucina suggerisce il Ginger Tour, breve viaggio culinario pensato per offrire gradevoli esperienze sensoriali.

La carta dei vini propone un’ampia selezione di vini naturali e biologici in continuo cambiamento, seguendo le nuove proposte del mercato. I vini naturali, caratterizzati da una minore presenza di sostanze che possono causare sonnolenza o mal di testa, completano l’esperienza gastronomica in modo raffinato.

Offrendo un’esperienza inedita in città, GingerGi è una buona scelta per chi abbraccia la cucina plant based o cerca un approccio diverso e appagante alla cucina vegetariana e vegana, che si tratti di una rapida pausa pranzo, di un aperitivo o di una cena in compagnia.

Sarà interessante vedere le evoluzioni gastronomiche di GingerGi: la cucina vegetale non è poi così nuova e l’offerta sta facendo passi da gigante, riuscendo a gratificare con esperienze più che soddisfacenti e combinazioni vincenti anche la clientela più esigente.

GingerGi

Via Pilade Bronzetti, 18, Padova PD

Tel:391/7206006
 info@gingergi.com
 www.gingergi.com

Articolo precedenteTEDx Treviso 2023: al Del Monaco si parla di eredità con nove speaker d’eccezione
Articolo successivoFuckup Nights Padova vol.2: storie di insuccesso tra musica, arte e alta pasticceria.
Un team tutto veneto formato da professionisti in ambiti diversi. La redazione Sgaialand Magazine racconta il Veneto che funziona, appassiona, cresce ed emoziona. Quello frizzante, curioso, impegnato, spesso eccellente, sempre sgaio.