Una caramella all’Amarone ? Ecco l’invenzione di un’imprenditrice veronese, per portare un bon bon di eccellenza veneta sempre nella borsetta

Si chiama Ti dò ed è la prima caramella all’Amarone mai inventata. Nella #terradellemeraviglie, amata in tutto il mondo anche per le golosità enogastronomiche, in effetti mancava l’unione tra un dolce, o meglio una caramella, e il più celebre vino veronese, l’Amarone della Valpolicella.
L’idea è venuta all’imprenditrice agricola Alessandra Martin, originaria di Bussolengo, che ha realizzato questa straordinaria leccornia, una caramella ripiena del nobile rosso di Verona.
Il nome, Ti dò, richiama il bon ton e sta per “ti dono”, e questa caramella all’Amarone è tra le finaliste dell’Oscar Green di Coldiretti.
Un bon-bon veronese doc, perfetto da assaporare magari osservando le bellezze tipiche proprio della Valpolicella o le strade del centro di Verona: l’ispirazione per questa caramella all’Amarone è venuta dalle tradizioni delle nonne, che un tempo, nascoste nel grembiule, avevano sempre caramelle e dolciumi di ogni tipologia, per rallegrare ospiti e parenti, grandi e piccini.

«Al giorno d’oggi tutti viaggiamo ma non sempre portiamo a parenti ed amici un piccolo pensiero che testimoni l’eccellenza del territorio visitato. Per soddisfare almeno in parte questa esigenza ho pensato ai bon bon», racconta.
La storia di questa invenzione viene dal vissuto della sua creatrice, da poco tornata nel mondo del lavoro nei panni dell’imprenditrice dopo anni da insegnante e poi mamma. Certo è che, in effetti, se è vero che tra i prodotti più amati da turisti e viaggiatori in lungo e in largo per la nostra regione, ci sono senza dubbio vini e spiriti di ogni tipologia, eccellenze storiche e gustose del Made in Veneto, è altresì vero che, spesso, portare in giro per il mondo tra aeroporti e treni preziose e delicate bottiglie non è prettamente semplice.

Da qui l’idea di una caramella, realizzata anche grazie al contributo del maestro caramellaio Mario Cesarini, recentemente chiamato a collaborare al rilancio della celebre caramella “Rossana”, e che, pare, per alcuni committenti arabi abbia addirittura ideato persino una caramella alla pizza.
Brava Alessandra: la redazione di Sgaialand, tutta al femminile e amante del vino e dei dolci, non vede l’ora di assaggiare la tua caramella all’Amarone !