Non è la prima volta che il business case Sgaialand approda in cattedra, ricorderete infatti che, in rappresentanza di tutto il nostro universo fucsia, sono stata più volte ospite dell’Università IUSVE a Verona e Mestre. E dopo tante lezioni a Verona, finalmente sono tornata anche nel polo mestrino, con aula piena e energia sgaissima!

 

https://www.instagram.com/p/BpGsluliCsy/?utm_source=ig_web_copy_link

Con mio e nostro grande orgoglio, si parla sempre di più del business case Sgaialand all’Università. Diverse le tesi di Laurea sul nostro progetto discusse a Mestre, Verona e anche all’Università di Padova. Sì, perchè gli addetti ai lavori hanno capito che Sgaialand è molto di più di quello che sembra, e sta registrando dati e numeri unici che lo rendono portale e progetto di comunicazione di spicco e unico nel suo genere sul territorio. E non solo.

C’è grande curiosità intorno al mio percorso, al come sono arrivata ad ideare la dimensione sgaia, alla strategia utilizzata, ai casi di successo e agli errori commessi, alla grande crescita che sta registrando sgaialand.it (100.000 utenti quest’anno, piccoli, grandi numeri che mi caricano sempre di più!), alla strategia adottata, ai tecnicismi da markettari che vi sono dietro il progetto, alla nascita di Sgaialand Agency e alle grandi soddisfazioni che mi sta dando, alla grande community del #PrendilaSgaia.

Tutto questo diventa estremamente coinvolgente e interessante per gli studenti, che anche in quest’ occasione hanno avuto modo di togliersi dubbi e curiosità, di approfondire e conoscere la vera storia di Sgaialand, nato così vicino a loro.

Tre ore di lezione sgaia su un business case reale e divertente, in cui ormai si entra anche sempre più nel tecnico, con tanto di parte pratica a seguire.

Ringrazio, ancora una volta, il prof. Giovanni Vannini per l’opportunità. Il prof Vannini, a mia insaputa, fin da subito ha puntato gli occhi su Sgaialand citandolo ogni anno ai suoi studenti come caso digitale da tenere monitorato ed elogiandone alcune dinamiche sottese. Insomma, ci avevo giusto ancora prima di rendermene conto?

#PrendilaSgaia