The Cotton Bag è un progetto di persone che collaborano tra loro con l’obiettivo di migliorare il proprio territorio e che hanno piacere di condividere questo cambiamento con la comunità che li circonda. Ecco la nuova idea di food market a Vicenza.

Nella nostra sezione People & Stories, dedicata alle avventure e alle personalità più sgaie della Terra delle Meraviglie, non poteva mancare quella di un giovane imprenditore vicentino rimpatriato lo scorso aprile: un ex cervello in fuga che ha (ben) pensato di rientrare nella sua città natale con l’idea di un nuovo concept market attento alla tematica della sostenibilità, della green economy e della valorizzazione dei prodotti del territorio.

The Cotton Bag, infatti, non è solo il nome di un nuovo negozio di imminente apertura nella città del Palladio, ma anche il titolo di una storia che ha per protagonisti passione, sensibilità, ispirazione, vision, coraggio e intraprendenza. Lo sa bene Riccardo Strukul, vicentino classe 1987 che, dopo gli studi in agraria, una Laurea in Economia all’Università di Verona, 7 anni all’estero tra Spagna, Sud Est asiatico e Belgio e una carriera manageriale in grandi multinazionali del settore logistico, decide di dare una svolta al proprio percorso e di farlo nella sua città, con e per la sua comunità.

Come funziona The Cotton Bag?

All’insegna della sostenibilità, km0 e plastic free, il food market vicentino propone un modo diverso di fare la spesa, sensibilizzando, responsabilizzando e restaurando il legame col territorio locale. L’idea della filiera corta permette di ridurre al minimo gli intermediari nella catena del cibo e di conseguenza le distanze che il cibo stesso percorre, arrivando direttamente dai produttori allo store. Il tutto all’insegna della totale trasparenza tra produttore, venditore e clienti.

The Cotton Bag nasce come un food market che si pone come obiettivo l’eliminazione della plastica monouso solitamente presente in larga misura nei supermercati, sostituendola con carta, vetro e cotone biologico. La spesa fatta potrà essere contenuta nella bag riutilizzabile in cotone riciclato ed organico The (better*) Cotton Bag acquistabile direttamente in negozio, fabbricata in provincia di Padova e realizzata in collaborazione con il brand di moda sostenibile vicentino WRAD, di cui vi abbiamo già parlato in passato.  Tutto è pensato secondo il principio zero sprechi.

Da The Cotton Bag potrete fare la vostra spesa sfusa, tendenza sempre più diffusa a livello internazionale e che sta prendendo piede anche nella nostra regione: via libera, quindi, all’acquisto sfuso di pasta, riso, frutta, verdura, olio e cereali ma anche vino, marmellata e miele in barattoli di vetro e in futuro, come ci ha raccontato lo stesso Riccardo, non mancheranno altre proposte.

Il market inaugurerà ufficialmente sabato 23 novembre in Via Quintino Sella 3E, dalle 18 alle 19.30. Sarà l’occasione per brindare a questo nuovo inizio, ma anche per conoscere i produttori che hanno aderito al progetto, tra degustazioni e buona musica. Perchè non concedersi un aperitivo diverso e a km0?

In bocca al lupo, Riccardo!

Contatta o segui sui social The Cotton Bag!

The Cotton Bag
Via Quintino Sella 3E, Vicenza
info@thecottonbag.it
Instagram
Facebook

Articolo precedenteStylodesign: la rivoluzione della penna è made in Bassano del Grappa
Articolo successivoPastasuta: il regno della pasta fresca a Padova
Gaia Dall'Oglio
Imprenditrice digitale, ha creato Sgaialand, blog-community diventata un caso studiato anche all'Università. Un progetto innovativo e virale che ha appassionato migliaia di lettori, al punto di moltiplicarsi in attività collaterali, come gli SgaiaTour alla scoperta dei luoghi magici del Veneto e l'hashtag #PrendilaSgaia, condiviso sui social con il significato di stile di vita frizzante, ironico, positivo. Solo su Instagram, l'hashtag è stato condiviso 41.000 volte. Il blog è diventato Sgaialand Magazine e Gaia ha fondato Sgaialand srl specializzandosi in contenuti web, copywriting, ufficio stampa e digital PR, consulenza per la comunicazione. Oggi coordina un team veneto, continuando a raccontare senza sosta il suo amato territorio: il Veneto che funziona,m tra curiosità ed eccellenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here