Un nuovo progetto digitale che mescola innovazione e sociale: è ViFree, per una Vicenza senza barriere architettoniche

Nella vita di tutti i giorni il problema delle barriere architettoniche è sicuramente tra i principali nella lista delle cose da fare da parte delle amministrazioni locali. Da oggi, però, si potrà pensare ad una Vicenza senza barriere architettoniche: è nato infatti ViFree, progetto digitale – sito e applicazione – che offre la possibilità ai singoli cittadini di segnalare tempestivamente le barriere architettoniche che trovano nel loro percorso quotidiano, e che non agevolano la vita dei disabili, di chi ha subito un incidente e si trova in difficoltà motoria o, perché no, anche delle mamme con carrozzina e passeggino al seguito.
Il progetto, che si propone di diventare uno strumento condiviso tra i cittadini con lo scopo di vedere finalmente una Vicenza senza barriere architettoniche, nasce dalla collaborazione di Rotary Club Vicenza Colli Berici e l’ Istituto Tecnico Industriale Rossi, e ha visto coinvolti alcuni giovani studenti delle classi di informatica che hanno lavorato con dedizione alla realizzazione di app e sito web.

L’idea è del Rotary club “Vicenza Berici”, presieduto da Alberto Ciscato Pajello, e punta a costituire una mappa delle difficoltà che disabili o persone con problemi di movimento possono incontrare muovendosi nel capoluogo. Il sito, infatti, raccoglie le segnalazioni dei cittadini che, una volta verificate da apposita commissione del Club, saranno evidenziate nella mappa di Vicenza. L’obiettivo è un duplice vantaggio per i cittadini: potersi informare sugli ostacoli esistenti, o segnalarli e rendere così un servizio alla comunità. Sia la app che il sito sono stati elaborati dal club con l’apporto degli studenti dell’istituto “Rossi”: sono stati coinvolti Marco Filippozzi, Nicholas Miazzo e Alberto Piras, guidati dal docente Alberto Viggi.
Un primo obiettivo – ha spiegato il presidente Ciscato Pajelloè quello di creare uno strumento condiviso, a disposizione dei cittadini, per informarsi, informare e sensibilizzare. Tramite la app porteremo sui telefoni di tanti cittadini la consapevolezza del problema legato alla mobilità delle persone disabili, troppo spesso tenuto in disparte. Il secondo obiettivo, è quello di riunire attorno alla banca dati che si verrà a creare, tutti i soggetti interessati – associazioni, amministrazione, enti locali, privati – per creare progetti coordinati e condivisi di adeguamento a medio/lungo termine, attorno ai quali far confluire le risorse (anche economiche) che oggi sono, spesso, utilizzate in modo frammentario”.

ViFree è un’occasione per rilanciare una forte campagna di sensibilizzazione sostegno alla disabilità, anche da parte dell’amministrazione comunale”, ha concluso il presidente.

Cos’è ViFree, per una Vicenza senza barriere architettoniche?

Vi-Free è una APP per dispositivi mobili, gratuita, che permette di fotografare la presenza in città di una barriera architettonica e di inviare con pochi comandi una segnalazione ad un sito web appositamente creato.

Come funziona?
E’ sufficiente scaricare la APP ViFree dallo store.
Tramite la fotocamera, è necessario scattare una foto della barriera, o del luogo, e condividerla tramite la APP con una breve descrizione. La localizzazione della segnalazione avviene in automatico se il dispositivo ha il GPS attivo, o può essere indicata nel corpo della segnalazione Le segnalazioni vengono inviate ad un server dedicato, di proprietà del Rotary Club Vicenza Berici; una volta verificate e validate dall’amministratore della pagina, vengono evidenziate qui a fianco sulla mappa della città, con descrizione ed indicazione dello stato delle stesse.
In alternativa, è possibile inviare una segnalazione direttamente dal sito.