Alla scoperta del Parco del Delta del Po, la più vasta estensione di terre umide protette d’Italia, luogo unico al mondo per paesaggi, flora e fauna

Il Parco del Delta del Po, situato in provincia di Rovigo, è un meraviglioso pezzo di terra veneta di importanza internazionale per la particolarità del suo ecosistema.
L’anno scorso il Parco del Delta del Po ha ricevuto dall’Unesco il riconoscimento di Riserva della Biosfera, segno ufficiale della bellezza e della fragilità di questa oasi naturale che merita di essere curata, preservata e fatta conoscere al mondo.
Questo particolare territorio ha avuto origine dalla sedimentazione del fiume Po e si è trasformato nei secoli per mano dell’uomo che ha lavorato per assestarlo e bonificarlo. Attualmente è la più vasta estensione di terre umide protette d’Italia, accolta dalle provincie di Rovigo, Ferrara e Ravenna.
Il Paesaggio del Parco del Delta del Po è estremamente vario e accoglie campagna, argini, valli della pesca, dune fossili, lagune e scanni e cambia nell’aspetto man mano che dalla terraferma ci si avvicina verso il mare.

Parco del Delta del Po
La flora che trova vita in questo territorio è, di conseguenza, altrettanto varia e si compone di zone boschive, pinete, prati, zone umide di acqua dolce e salata, dune e spiagge che regalano meraviglia in qualsiasi periodo dell’anno si decida di andare a visitarlo. Questo scenario magico non ha lasciato indifferente nemmeno Zucchero Fornaciari, che l’ha scelto come location per il video della sua canzone ”Voci”.

Tutta questa ricchezza di paesaggio e vegetazione non può che ospitare una fauna altrettanto ricca: ecco perché il Parco si rivela essere meta ideale per chi ama gli animali e gioisce nel vederli vivere protetti nel loro habitat naturale.
Il Parco del Delta del Po si può definire, innanzitutto, il paradiso degli uccelli selvatici: lungo il fiume possiamo trovare l’airone cinerino e ammirare il volare lento dei cormorani, mentre verso il mare regnano i gabbiani. Tra i canneti fanno il nido l’airone rosso e i falchi di palude, vari tipi di uccelli migratori e di anatre scelgono il Delta del Po come luogo in cui svernare, e nel Parco nidifica ancora la beccaccia di mare, ormai scomparsa nel resto di Italia.

Vengono organizzati numerosi corsi di birdwatching per chi volesse conoscere meglio l’avifauna, con esperti ornitologi che accompagnano il turista alla scoperta degli uccelli che vivono nella Riserva.
I pesci sono sicuramente una risorsa di questa terra: si allevano orate, branzini, cefali e anguille. Le paludi di acqua dolce e le zone di acqua salmastra accolgono numerose specie differenti come l’Anguilla del Delta del Po e il Cefalo del Polesine. Tra i rettili che abitano il Delta, la Testuggine Palustre è senza dubbio il più tipico.
Per quanto riguarda i mammiferi, possiamo trovare ricci, talpe e toporagni, volpi e, soprattutto nel Ferrarese, daini e cervi.
Flora e fauna del Parco Delta del Po variano in base alle stagioni, il territorio appare sempre nuovo e diverso a seconda del periodo in cui si decida di visitarlo e si rivela essere un’ottima meta per una gita anche nella stagione fredda, magari percorrendo la Riserva a cavallo per aggiungere ancora più Meraviglia all’escursione!

Foto tratte dal sito del Parco del Delta del Po