La Rotonda, a Vicenza, è uno dei più celebri ed imitati edifici della storia dell’architettura dell’epoca moderna; è senza dubbio la villa più famosa del Palladio e, probabilmente, di tutte le ville venete. Fa parte dal 1994 dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Villa Almerico Capra detta La Rotonda (conosciuta anche come Villa Capra Valmarana) è una villa veneta a pianta centrale situata a ridosso della città di Vicenza, poco discosta dalla strada della Riviera Berica. Fatta costruire da Paolo Almerico, che la commissionò ad Andrea Palladio nel 1566-1567, fu completata da Vincenzo Scamozzi nel 1606 per i due fratelli Capra, che avevano acquisito l’edificio nel 1591.

Photo Credits: Gaia Dall’Oglio

È una delle nostre meraviglie preferite, che amiamo immortalare in qualsiasi stagione, e non siamo certo i soli! Impossibile non fermarsi lungo la Riviera Berica per immortalare la villa in mezzo ai campi di colza, tra le calde sfumature autunnali, tra le prime nebbie o tra la magia della neve.

Come riporta il sito ufficiale delle villa, “La Rotonda non è una villa. È qualcosa di più. Nei secoli è stata visitata da poeti ed artisti, regnanti e uomini di stato, studiosi e amanti dell’arte, viaggiatori e turisti. A tutti La Rotonda ha donato un’emozione indimenticabile, quel senso di armonia e grazia a cui si risponde con un sorriso, con un silenzio. Dopo 500 anni, La Rotonda oggi è sempre un luogo di pura bellezza che vi aspetta per trasmettere ispirazione, cultura, gioia.

Progettata e costruita su commissione per mons. Paolo Almerico da Andrea Palladio intorno al 1570, la dimora passa alla famiglia Capra nel 1591. Dal 1911 è di proprietà della famiglia Valmarana, che l’ha aperta al pubblico dal 1986. Non è possibile scattare foto all’interno, ma quando visiterete gli spettacolari interni affrescati ne rimarrete estasiati.

Per conoscere tutta la storia della villa, caratteristiche, vicessitudini e dettagli, vi consigliamo di cliccare qui.

Foto dal web

Villa La Rotonda è aperta alle visite individuali e per gruppi tutto l’anno

Gli INTERNI sono aperti solo il mercoledì e sabato, dal 10 marzo a sabato 10 novembre.

Gli ESTERNI sono aperti al pubblico tutti i giorni dell’anno (tranne il lunedì, la domenica di Pasqua, il 25 dicembre, il primo gennaio).
ORARIO DI VISITA: 10.00 – 12.00 e 15.00 – 18.00 (dal 25 marzo a fine ottobre), 10.00 – 12.30 e 14.30 -17 (da domenica 28 ottobre a metà marzo).
Costo dei biglietti d’ingresso (invariato dal 2003):
– € 10,00 interni ed esterni, il mercoledì ed il sabato;

Photo Credits: Gaia Dall’Oglio

Articolo precedenteStarlight Room 360: dormire tra le stelle delle Dolomiti
Articolo successivoCanella, “Marchio storico di interesse Nazionale” e il Museo d’impresa
Founder del progetto veneto Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative, Docente all' Università IUSVE dei corsi " Psicologia del Marketing e dell'Advertising" e " Influencer Marketing". Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo dell’Associazione di Promozione Sociale #UnitiInRete, impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un comunicatore con cui condividere la sua passione per la comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.