Madame ovvero Francesca Calearo, la rapper vicentina di 17 anni di Sciccherie

17 anni, 3 singoli all’attivo e il consenso del difficile pubblico rap italiano. Tutta vicentina la voce di Madame, che con Sciccherie ha conquistato radio, streaming digitale, l’attenzione dei media e oltre 2 milioni di visualizzazioni su YouTube. Ecco chi è Madame, un talento da tenere d’occhio e che ci ha incuriosito non poco!

 

Si chiama Francesca Calearo, ha 17 anni, è di Creazzo (VI) e ha appena concluso il terzo anno del Liceo Fogazzaro di Vicenza con un debito in matematica. Una comune mortale insomma, ma tosta e da non perdere di vista. Se il nome vi dice poco, ma siete radio o YouTube addicted, allora forse il nome Madame vi sarà più familiare. Se ancora non basta, cercate il brano Sciccherie su YouTube (il nostro video di copertina) e le probabilità di avere intercettato almeno una volta il talento rap femminile del momento si alzeranno notevolmente.

Madame Francesca si sta facendo grande spazio nel mercato discografico e dello streaming digitale per l’originalità del suo riconoscibilissimo stile. Tre soli singoli all’attivo: Anna, quello di esordio, Sciccherie, quello che ha conquistato il pubblico, e il recentissimo 17, con cui la giovane rapper dimostra grande versatilità e una straordinaria consapevolezza per la sua età.

Il tema di 17 è, infatti, del tutto inedito: Madame descrive con il suo vincente flow la visione della donna in Italia e quella che caratterizza un ambiente di dominio maschile come il mondo del rap. Come ha riportato la stampa negli ultimi mesi, era dagli anni ’90, dai tempi de La Pina per intenderci, che una rapper di sesso femminile non riusciva nell’impresa di infrangere il maschilismo tipico di questo genere musicale e del pubblico che lo ascolta. E lo fa riuscendo a farsi ben ascoltare, senza bisogno di ostentare curve e corpi seminudi.

A dire il vero, la rapper veneta nel video di Sciccherie parte ipervestita e in pieno stile urban e hip hop, con tanto di make up ben marcato. Il clichè che scatta in automatico decade poco dopo, quando Francesca si spoglia di tutto per restare la ragazza di 17 anni che è, in semplici jeans e maglietta. Colpendoci proprio per questo, oltre che per lo straordinario flow, la metrica unica, l’uso di neologismi e il quasi incomprensibile testo di del brano ad alta rotazione, che all’inizio non capisci se è dialetto, se è un’altra lingua, ma già dopo il primo ascolto ti trapana la testa e ti fa ricanticchiare la melodia. Senza riuscirci, perchè è una vera sfida fino a quando non avrete il testo sottomano. Provare per credere.

Brava Francesca, brava Madame. Ci piaci tanto, sei sgaia forte e continueremo a seguire il tuo cammino, certi che tu sia solo all’inizio e che tu possa diventare un altro grande talento made in Terra delle Meraviglie che farà parlare di sè a lungo.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here