Villa dei Vescovi riapre dopo la pausa invernale e contagia anche la nostra redazione con il suo motto “Esci, Vivi, FAI” , proponendoci riflessioni ed eventi speciali per la primavera e l’estate. Scopriamo insieme la ricca proposta di eventi per la famiglia, i giovani e gli amanti della bellezza.

Questa mattina abbiamo partecipato alla presentazione alla stampa del ricco calendario di eventi che animeranno Villa dei Vescovi a partire dalle prossime settimane e che vi accompagneranno fino al periodo invernale. L’anno 2018 sarà per il Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano a Luvigliano di Torreglia (PD) un momento di investimento e di intenso lavoro sulla propria identità per tornare a proporsi come riferimento del territorio per un tempo libero di qualità dove ritrovare il benessere e un giusto rapporto con la natura.

Come  ha spiegato la Property Manager del Bene Silvia Ferri de Lazara: “Villa dei Vescovi è un grande macchina per guardare il paesaggio, dove i Colli Euganei si possono quasi toccare con le dita e dove a ogni sguardo la natura si rivela nella sua bellezza. Il genius loci è questa armonia intima tra natura e uomo che ci parla di Rinascimento ma anche di oggi, di quella sobrietà 2.0 che tanto cerchiamo per recuperare il nostro benessere”.

Daniela Bruno, Responsabile Valorizzazione e Ufficio Paesaggio e Patrimonio FAI si è focalizzata sui temi della sostenibilità, anticipandoci alcuni eventi tematici “I temi della sostenibilità ambientale saranno affrontati a Villa dei Vescovi in modo originale, ovvero su ispirazione diretta dei valori espressi da Alvise Cornaro, che nel Cinquecento – nel suo trattato De la Vita Sobria –  già proponeva uno stile di vita ispirato al contatto con la natura, al benessere, all’ozio intellettuale, alla ricerca della sobrietà come via per la felicità”.

Ma veniamo al cuore pulsante di quella che sarà la stagione 2018 di uno dei nostri luoghi del cuore, Villa dei Vescovi. La ricca offerta sarà suddivisa in tre macro aree principali: Tempo di Famiglia, la Villa e i Colli Euganei e Estate FAI. Vediamoli insieme nel dettaglio e cominciate a fare spazio nelle vostre agende!

Il programma degli eventi 2018 di Villa dei Vescovi:

Tempo di Famiglia.

Nel corso di tutta la stagione, una volta al mese, verranno proposte attività domenicali dedicate alle famiglie, con visite e percorsi inediti, laboratori e approfondimenti culturali. Tema protagonista dei laboratori domenicali sarà per tutto il 2018 l’illustrazione, con la presenza di Bas Bleau Illustration e della famosa illustratrice padovana Nicoletta Bertelle.

Villa dei Vescovi propone esperienze di “otium contemporaneo”: ci sono aree gioco nel parco, spazi e servizi per famiglie, aquiloni e giochi da esterno da utilizzare in prestito, l’angolo disegno e lettura, passeggini per visitare la villa e il parco, la possibilità di consumare un pic-nic nel parco, o semplicemente gustarsi una merenda km 0 nella caffetteria della villa. Da non perdere la grande Caccia alle uova di Pasqua (con prenotazione obbligatoria).

La Villa e i Colli Euganei. Torna sabato 26 e domenica 27 maggioOltre il paesaggio”, evento annuale volto ad approfondire e promuovere i temi del paesaggio in un’ottica di cultura e sviluppo sostenibili. In particolare, l’edizione 2018 sarà dedicata al tema delle api e si articolerà attraverso presentazioni, laboratori, incontri, mostra mercato di artigianato di eccellenza e specialità enogastronomiche.

Il tema dell’evento si inserisce nel più ampio contesto del progetto nazionale del FAI dedicato alle api: nel 2016, infatti, la Fondazione ha avviato azioni specifiche per la salvaguardia delle api, sostenendo gli apicoltori delle varie regioni d’Italia a ripopolare gli alveari e Villa dei Vescovi è stato il primo Bene FAI dove sono state installate 7 arnie nel brolo.

Ospite speciale l’artista friulana Julia Artico con le sue sculture in fieno di soggetti naturali e animali, dove la materia prima, il fieno, assume la forma di piccole poesie agricole.

 

– Estate FAI. Cambiano gli orari di apertura della Villa nei mesi estivi, che sarà aperta dal tardo pomeriggio alla sera. Si potrà cenare, gustare un bicchiere di vino, un dolce, un gelato o semplicemente passeggiare nel parco e rilassarsi comodamente nelle logge in totale libertà nelle ore più fresche del giorno. Inoltre, ogni venerdì, saranno proposte iniziative di diverso tipo: dal cinema all’aperto immerso nel verde del parco, ai pic-nic sotto le stelle, dai concerti jazz accompagnati da degustazioni di prodotti dei Colli Euganei – in collaborazione con Jazz&Wine Colli Euganei – a cene a lume di candela seguite da osservazioni della volta celeste, realizzate con l’Associazione Astronomica Euganea e con il Planetario “Globe” di Pleiadi. Quest’anno le “Sere FAI d’Estate” arricchiranno tutta la stagione calda di Villa dei Vescovi, con 14 serate di bellezza, natura e paesaggio.

 

Progetto di valorizzazione in sinergia con Università di Padova

La valorizzazione culturale e Il “cantiere della conoscenza” di Villa dei Vescovi si fondano su una conoscenza aggiornata ed esaustiva che il FAI intende raccogliere nei prossimi tre anni grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso. Il FAI svilupperà un progetto di ricerca multidisciplinare che coinvolgerà docenti e giovani ricercatori dell’università locale, erogando alcune borse di studio con il generoso contributo di Epta.

L’obiettivo di questo progetto è di proporre al pubblico la riscoperta dei Colli Euganei, peculiari dal punto di vista geologico, idrologico e petrografico, e di Villa dei Vescovi e l’attualizzazione dei valori fondanti del Bene, che è ancora in grado di parlare all’uomo contemporaneo. Recuperando la sua storica vocazione al “rinascimento” fisico e intellettuale e ispirandosi ai valori espressi nel trattato cinquecentesco di Alvise Cornaro “De la vita sobria”, la Villa si candida a divenire un laboratorio per esplorare e ridefinire la relazione tra uomo, natura e paesaggio alla ricerca di una nuova armonia e di un equilibro virtuoso: la vita sobria 2.0.

Scopo del progetto sarà l’incremento della qualità e della varietà delle proposte di visita e fruizione, con l’inclusione di nuovi target e la proposta di quattro piccole mostre-dossier, che si svilupperanno tra il 2018 e il 2020.

In quest’ottica verrà inoltre integrato il brolo nel percorso di visita, con la definizione di percorsi differenziati che mettano in luce gli aspetti rurali della Villa. I percorsi del brolo saranno integrati con nuovi arredi e giochi per bambini. In arrivo, oltre a una piccola guida acquistabile insieme al biglietto e alle schede di sala multilingue, un’audioguida con un programma interattivo da scaricare su telefono o tablet.

L’esito atteso delle azioni di valorizzazione è non solo quello di inquadrare il Bene all’interno di un’aggiornata mappa delle trasformazioni territoriali ma di ritrovare, in questo modo, l’identità più profonda di Villa dei Vescovi, comprendendo appieno la sua vocazione passata e definendone la connotazione presente e futura” conclude Daniela Bruno.

Epta insieme al FAI: una partnership a favore del territorio

In questo percorso sarà di fondamentale importanza la partnership con Epta, gruppo multinazionale specializzato nella refrigerazione commerciale. Il Gruppo ribadisce oggi la sua vicinanza al FAI e, attraverso il sostegno al piano triennale 2018-2020 di valorizzazione e sviluppo di Villa dei Vescovi, esprime concretamente la propria responsabilità sociale di impresa e l’impegno a favore della promozione delle eccellenze culturali e paesaggistiche del territorio veneto, in cui è storicamente presente con i marchi Costan ed Eurocryor e i suoi siti produttivi di Solesino (PD) e Limana (BL).  Commenta Marco Nocivelli, Presidente e Amministratore Delegato di Epta: “Sono molto orgoglioso della nostra nuova collaborazione con il FAI. Come imprenditore di un’Azienda familiare è per me cruciale contribuire a preservare l’eredità culturale del nostro Paese per continuare a farla vivere, valorizzando così il territorio e la comunità dai quali abbiamo tanto ricevuto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here