Al Teatro Verdi di Padova con Sgaialand: le emozioni di due danzatrici dopo “A Fury Tale”

Abbiamo accompagnato Elisa Romeo, insegnante di danza, alla prima a Padova dello spettacolo di danza A Fury Tale di Cristiana Morganti, domani in replica al Teatro Goldoni di Venezia. Elisa ha incontrato Stefania, una sua allieva. Nel video di copertina le loro emozioni al termine delle spettacolo.

Danzatrice tra le più popolari del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch Cristiana Morganti ha intrapreso dal 2011 un percorso autonomo come coreografa, riuscendo a definire una propria cifra autorale, pur mantenendo solida l’impronta bauschiana, e ricevendo importanti riconoscimenti. Le interpreti di questo nuovo lavoro sono Anna Wehsarge Anna Fingerhuth, due gemelle diverse, duellanti e amiche, rabbiose e affettuose. Due corpi messi a confronto, in cerca di un contatto che crei una relazione. Sull’onda di un collage musicale che da Bach viaggia fino al techno-rock, le duellanti-amiche paiono l’incarnazione duplicata di un unico modello di femminilità, capace di narrarci, in modo comico e straziante, il desiderio forsennato del distinguersi e del farsi illuminare dallo sguardo del mondo. Con A Fury Tale Cristiana Morganti, in dialogo costante con le due figure, offre una sua riflessione sensibile, ironica, intensa, sulla bipolarità del nostro essere, con uno sguardo attento, complice e pungente.

Uno spettacolo al femminile con due straordinarie interpreti del miglior teatro-danza europeo dirette da Cristiana Morganti, degna erede della mitica Pina Bausch.

Info e biglietti per lo spettacolo di venerdì 29 a Venezia a questo link 

 

Articolo precedenteL’edizione 2019 del tradizionale contest Tulipanomania a Parco Giardino Sigurtà
Articolo successivoMara Gottardo: comunicare oggi la tradizione millenaria dell’arte della lavorazione del vetro di Murano
Founder del progetto veneto Sgaialand.it, socia e Head of Digital & PR della storica agenzia creativa Caratti E Poletto creative, Docente all' Università IUSVE dei corsi " Psicologia del Marketing e dell'Advertising" e " Influencer Marketing". Gaia fa anche parte della Commissione Turismo di ACI Vicenza e del Consiglio Direttivo dell’Associazione di Promozione Sociale #UnitiInRete, impegnata nella lotta al bullismo e cyberbullismo e nella divulgazione e promozione dell'educazione digitale. Sposata con un comunicatore con cui condividere la sua passione per la comunicazione, è mamma di Cecilia e in moto perpetuo. Meglio se con una tavoletta di cioccolata sempre a portata di mano.