Soave Verona Simone Sartori sgaialand magazine scatto delle meraviglie

Con lo Scatto delle Meraviglie di oggi vi portiamo alla scoperta degli scorci e delle architetture di Soave (Verona)

La bellezza delle mura scaligere di Soave non ha prezzo, tra scorci inaspettati, panorama e profumo di antichità e tradizione.
Il Castello, arroccato su una dolce collina che svetta sulla pianura veronese, è una delle più pregevoli fortificazioni del Veneto.
Edificato a partire dall’inizio del X secolo, al tempo delle incursioni degli Ungari nel Nord Italia, il possente complesso difensivo viene progressivamente ampliato ed abbellito, finché, con la dominazione di Cansignorio della Scala nella seconda metà del ‘300, non assume l’attuale profilo, che vede la maestosa rocca centrale al culmine di un’articolata e sinuosa cinta muraria.Nei decenni successivi si consuma una vera e propria lotta per la conquista del Castello e del borgo che cresce al riparo delle sue imponenti mura.

Gli scontri più sanguinosi si concentrano ad inizio ‘500 e si legano alle vicende della Lega di Cambrai, che vede una serie di attori di primaria importanza, primo fra tutti l’Impero asburgico, contrapporsi alla stella nascente della politica internazionale del periodo, la Repubblica di Venezia.
Soave viene più volte conquistata e persa dalla città lagunare e giunge ad una definitiva pacificazione solo nel corso del XVII secolo, quando la famiglia Gritti viene incaricata del controllo della fortezza, che passa, nell’ ‘800, alla famiglia dei Cristani-Camuzzoni che tuttora la gestiscono.
Oggi la Rocca è aperta alle visite e la città è stata insignita della Bandiera Arancione che contraddistingue i borghi più belli d’Italia. L’antico passato medievale ha fatto di questa città del veronese, che ha perfettamente conservato la sua memoria, uno dei luoghi più suggestivi della Regione.

Foto di Simone Sartori
Fonte: veneto.eu

CONDIVIDI
Articolo precedenteIBacari App: per scoprire Venezia… andando per Bacari!
Articolo successivo5 castelli sul Lago di Garda tutti da scoprire
Simone Sartori
43enne padovano, Dottore Commercialista e Consulente del Lavoro, coltiva parallelamente la passione per la fotografia dal 2012 e, da autodidatta, si dedica anima e corpo a questa straordinaria arte, tra eventi, paesaggi, volti e scorci inattesi. Per Sgaialand magazine contribuisce alla sezione Foto con Lo Scatto delle Meraviglie, alla scoperta delle cose più preziose e particolari del territorio da immortalare su "pellicola".

LASCIA UN COMMENTO