Lo stress e l’ansia fanno parte della vostra vita quotidiana? Come avrete notato, anche la sfera sessuale ne subisce gli effetti. Perché?

Smettila di essere così ansioso!” è sicuramente la frase più adatta per scacciare lo stress e, appunto l’ansia: diciamoci la verità, l’abbiamo sentita un milione di volte e non ha mai funzionato.
Quando le nostre relazioni amorose ci danno dei grattacapi è davvero difficile non pensarci. Soprattutto se queste preoccupazioni vanno a interferire con la sfera sessuale.
La cosa più assurda è che spesso, finché siamo sotto le lenzuola con la persona che amiamo, non riusciamo a lasciarci andare e il pensiero vaga su mille altre cose: la lavatrice da stendere, il pranzo di famiglia da organizzare, la serata a cui vogliamo tirare pacco ma con eleganza, la mail del collega che aspetta di essere aperta da una settimana (per la verità l’abbiamo aperta, ma subito dopo l‘abbiamo indicizzata nuovamente come Posta Da Leggere). E, più di tutti, il pensiero costante: “smettila di pensare ad altro e concentrati! Vedrai che se ti lasci andare poi sarà bellissimo”.
Sapendo che il sesso è un ottimo rimedio contro lo stress, è possibile smettere di pensare e concentrarci solo sul nostro partner? Esiste la “lobotomia sessuale”?
È davvero difficile riuscire a non pensare: non si può annullare il pensiero quando è martellante, ma si può trovare una facile soluzione di compromesso, provando magari ad attivare alcuni pensieri a comando.
Per riuscire a lasciarsi andare e godere pienamente del momento possiamo sovrascrivere nel nostro cervello, eliminando i pensieri inibenti con fantasie più sexy.
Eliminare la frase “lavatrice da stendere” ed inserire la sensazione di “uniti in un solo corpo”, per esempio: non si è davvero uniti in una sola carne, è solo una fantasia. Una delicata fantasia sessuale con una gran storia millenaria alle spalle.
Ma le fantasie possono essere molto più varie e, soprattutto, funzionali. Possiamo immaginare che il nostro partner decennale sia in realtà una conquista di quella sera, oppure che il noioso letto di casa sia una vellutata spiaggia caraibica.
Nella fantasia possiamo essere sexy e disinibite, e, in un men che si dica, il sogno diventerà realtà.

Articolo precedenteMuseo del Gioiello di Vicenza: bellezza, lusso e futuro in Basilica Palladiana
Articolo successivoSofia Peruzzi: quando il rally è passione, tradizione e adrenalina
Psicologa e Sessuologa clinica, dalla carnagione ottocentesca e sempre incuriosita da quello che la circonda. È golosa della vita e ama le scoperte, balla il tango, lavora per il piacere condiviso, lotta per il rispetto e ha fiducia nel femminile. Collabora alla sezione Sex, per parlare di giovani, coppie, amore, piacere e benessere psicofisico.