Realizzato da Wannaboo, A fish out of water è un documentario realizzato con lo Chef stellato vicentino Lorenzo Cogo, già noto ai nostri lettori e ai palati sopraffini della Terra delle Meraviglie…e non solo.

 

A fish out of water, progetto documentarisco che vede protagonista il giovane proprietario ed Executive Chef di El Coq Lorenzo Cogo, verrà presentato ufficialmente giovedì 5 settembre presso l’Hotel Excelsior al Lido di Venezia nello spazio della Regione del Veneto, all’interno del programma della 76ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

a fish out of water

“A fish out of water” racconta il viaggio, gli incontri e le fusioni in cucina dello Chef  Lorenzo Cogo in Norvegia, alla ricerca dell’origine di uno degli ingredienti storici più apprezzati in Italia e ben noto a noi veneti: lo stoccafisso. Durante il suo viaggio,  Lorenzo Cogo viene ospitato da un gruppo di pescatori dell’isola di Røst, nell’arcipelago delle Lofoten, dove apprende le origini dello stoccafisso e il segreto che ha portato questo pesce nelle tavole della cucina italiana più di 500 anni fa. È insieme allo Mikael Svensson, proprietario ed Executive Chef stellato del ristorante Kontrast a Oslo, che nascono l’impegno e la promessa di mantenere viva la tradizione dello stoccafisso con la creazione di nuove ricette: l’essenza di una ricetta, infatti, non è solo nel sapore o negli ingredienti di cui è costituita, ma nasce dal viaggio che si intraprende per crearla, dalle persone che si incontrano lungo il percorso e dalla scoperta di nuovi ingredienti e culture.

Congratulazioni a Lorenzo per questo nuovo traguardo che conferma l’animo innovatore, lungimirante e sempre pronto cogliere e vivere nuove sfide e opportunità di un talento Made in Veneto che sarà da tenere d’occhio nel prossimo futuro. Lo Chef è solo all’inizio, un ottimo inizio, e i viaggi da compiere gli stanno già tendendo il biglietto. In bocca al lupo, Chef!

 

Articolo precedenteMurano Glass Street Art: tra i protagonisti sei artisti padovani
Articolo successivoIl risotto di gò: patrimonio della cucina veneziana
Gaia Dall'Oglio
Imprenditrice digitale, ha creato Sgaialand, blog-community diventata un caso studiato anche all'Università. Un progetto innovativo e virale che ha appassionato migliaia di lettori, al punto di moltiplicarsi in attività collaterali, come gli SgaiaTour alla scoperta dei luoghi magici del Veneto e l'hashtag #PrendilaSgaia, condiviso sui social con il significato di stile di vita frizzante, ironico, positivo. Solo su Instagram, l'hashtag è stato condiviso 41.000 volte. Il blog è diventato Sgaialand Magazine e Gaia ha fondato Sgaialand srl specializzandosi in contenuti web, copywriting, ufficio stampa e digital PR, consulenza per la comunicazione. Oggi coordina un team veneto, continuando a raccontare senza sosta il suo amato territorio: il Veneto che funziona,m tra curiosità ed eccellenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here